Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, dal colpaccio sfiorato, alla beffa finale. Secondo ko consecutivo

Cosenza, dal colpaccio sfiorato, alla beffa finale. Secondo ko consecutivo

Ha sognato la vittoria contro una delle formazioni più forti di questo campionato, assaporato il pareggio fino all’ultimo istante, perso a tempo quasi scaduto. Difficile digerire una battuta d’arresto simile, soprattutto quando giochi una gara di livello contro una squadra attrezzata come il Matera. Delusione per il risultato, conforto per una prestazione giudicata da mister Roselli come una delle migliori della sua gestione. Non è stata esaltante la prima parte dove comunque le occasioni da rete non sono mancate, ma quell’avvio di ripresa aveva fatto veramente sognare. Mungo-Pinna tutto in quattro minuti nella ripresa, poi i cambi hanno fatto evidentemente la differenza. Per stessa ammissione del tecnico, la scelta nelle pedine da mettere in campo ha di fatto direzionato il match. Molta più scelta per Auteri che buttando nella mischia un giocatore come Negro, ha potuto trovare maggiore incisività e soprattutto due reti. In casa Cosenza, invece, tante assenze importanti e giovani che dovranno maturare parecchia esperienza in un campionato difficile come quello di Lega Pro. Ai rossoblu rimane l’amarezza per un pareggio che sarebbe stato anche meritato e la prestazione di sicuro confortante per quello che sarà il futuro. Dietro l’angolo l’infrasettimanale, ancora una lucana, questa volta al Marulla. Con la speranza di recuperare qualcuno degli acciaccati.