Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Vibonese, Costantino: “Sulla carta più deboli, abbiamo comunque la nostra personalità”

Vibonese, Costantino: “Sulla carta più deboli, abbiamo comunque la nostra personalità”

La seconda trasferta di campionato porterà la Vibonese ad affrontare il Foggia, domenica prossima, a porte chiuse. La squadra sta ultimando la preparazione in vista di questo delicato confronto. Legras e Saraniti sono sulla via del pieno recupero.

Nella consueta conferenza stampa il tecnico Massimo Costantino ha parlato della gara di Foggia, iniziando dall’elevato grado di difficoltà. “Conosciamo bene la forza di questa squadra costruita per vincere il campionato. Sappiamo che sarà durissima e il fatto di giocare a porte chiuse non credo che possa costituire un problema per chi ha quale obiettivo la promozione in Serie B. Francamente mi auguro che questo possa casomai costituire un piccolo vantaggio per noi, anche se avrei avuto piacere nel giocare questa partita con il pubblico”.

Dal punto di vista tattico il tecnico rossoblù non esclude di cambiare qualcosa e lo stesso vale per qualche elemento. “Sto valutando alcune situazioni, fermo restando che l’aspetto tattico è solo una delle componenti che stanno alla base della preparazione e della disputa di una partita. Bisogna anche considerare l’aspetto mentale e quello fisico. Su quest’ultimo aspetto dico che noi siamo in crescita, ma che allo stesso tempo, essendo partiti in ritardo, abbiamo qualcosa in meno rispetto al Foggia, che dovremo sopperire con altre caratteristiche. La partita di domenica, però, adesso si presta ad una facile lettura, perché è normale prevedere un Foggia con in mano il pallino del gioco”.

D’altra parte “affronteremo un avversario con grandi qualità in tutti i reparti. Noi dovremo essere bravi nel gestire le varie fasi di gioco. Sulla carta siamo i più deboli, però abbiamo comunque la nostra personalità. E poi è da dire che le gare le puoi preparare come meglio credi, ma poi in campo si verificano delle dinamiche che sfuggono ad ogni possibile previsione. Non tutte le partite sono le stesse”.

In conclusione per Massimo Costantino “la Vibonese cercherà di non farsi schiacciare e di colmare le differenze che comunque ci sono. L’importante è dare il massimo, come sempre”.

Fonte: usvibonese.com