Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Guarascio: “Dalla A alla C, tra le società più stimate. Meluso ha deluso i cosentini”

Cosenza, Guarascio: “Dalla A alla C, tra le società più stimate. Meluso ha deluso i cosentini”

Il derby è alle porte, l’apertura di questo nuovo campionato di Lega Pro ha messo subito di fronte Catanzaro e Cosenza, match molto atteso soprattutto dalle due tifoserie. A pochi giorni dall’incontro, i colleghi di Gazzetta del Sud hanno intervistato il presidente rossoblu Guarascio: “Il ruolo del Cosenza in questo campionato? Chiedetemelo dopo il derby di domenica con il Catanzaro. Puoi metterci tutto l’impegno che vuoi, ma non tutte le ciambelle riescono con il buco. Il Benevento è riuscito ad ottenere la promozione dopo tanti anni, il Foggia ancora no, dopo aver fatto grandi investimenti. Il Cosenza negli ultimi anni è tornato tra i professionisti, vincendo una Coppa Italia ed ottenendo importanti piazzamenti, i conti sono a posto e le società che possono vantare una situazione come la nostra sono poche. Dalla A alla serie C siamo tra i club più stimati. Si cerca sempre di migliorare quanto fatto l’anno precedente, ma ci si confronta con società che spendono fior di quattrini per squadre competitive, anche se nel calcio l’abilità e le competenze possono prevalere. Noi lavoriamo sotto questo aspetto. Su Meluso? Non ha deluso me, ha deluso i tifosi, i cosentini, i suoi concittadini. Nel mondo del calcio manca spesso la gratitudine. Dico però che i calciatori che sono arrivati quest’anno sono un tantino più forti rispetto a quelli che sono andati via. Per quello che riguarda la società ho ribadito più volte che le porte sono sempre aperte. Eventuali nuovi soci devono guardare a due aspetti: capacità morali prima di ogni cosa e poi finanziarie perchè il calcio non si fa con le parole”.