Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Gallico Catona, l’attacco parla spagnolo. A centrocampo un ex Reggina?

Calcio – Gallico Catona, l’attacco parla spagnolo. A centrocampo un ex Reggina?

L’attacco del Gallico parla iberico. Il Gallico Catona ha, finalmente, il suo “ bomber” Carlos Quintana Herrero,29 anni, 1,80 cm, proveniente dal B68 Toftir, società della massima serie islandese, un “fromboliere” spagnolo dal curriculum importante che dovrebbe aumentare il potenziale offensivo di un Gallico Catona al suo quarto cimento consecutivo nel massimo campionato regionale.
La trattativa si è svolta in gran segreto grazie all’intermediazione del procuratore del calciatore Vincenzo Procopio, Carlos Quintana Herrero si aggregherà al gruppo già dal primo giorno di ritiro presso la splendida struttura del “Lo Presti”. Il “diesse” Peppe Misiti è molto dinamico e non si concede tregua, sul suo taccuino c’è un altro top player proveniente dai professionisti, si tratta di Filadelfio Carroccio, 24 anni, della Grumellese, jolly di centrocampo, 1.85 centimetri, ha giocato anche nella Reggina nella stagione 2001, Gubbio e Pisa in C1, Tuttocuoio in C2, collezionando oltre 100 presenze fra i professionisti.
Gallico Catona società d’elite, ormai veterana e adusa. Intanto è stato ceduto dalla “nidiata” del settore giovanile, il “baby” esterno sinistro Paolo Ficara alla Spal. E non dovrebbe essere il solo a testimonianza del certosino lavoro svolto dalla caparbia società che sta investendo tanto in tale settore. Lunedì 18 luglio allo stadio Lo Presti si terrà un raduno per ragazzi nati nel 2002/2003.
Prende forma e consistenza un reparto offensivo nuovo di zecca, molto forte fisicamente, che può contare anche sul nuovo arrivato, il lungagnone Roberto Nicolazzo che negli ultimi anni ha fatto benissimo nel Villa San Giuseppe. In attacco ci sono, quindi, i nuovi arrivati l’iberico Quintana, Nicolazzo e lo “scalpitante” Manuel Monorchio che ha fra l’altro tante richieste. Il tecnico Antonello Faraone avrà gente giovane, esperta e motivata, si farà pressing e gli “esterni” offensivi saranno determinati.
Fra i pali c’è Fernando Propato, un 97 di cui si dice un gran bene, si lavora per i un altro “guardiano dei pali” che offra ampie garanzia. Orazio Barillà, un altro giovane del settore giovanile del Gallico Catona, dovrebbe ritornare alla Palmese in serie D.
In difesa è arrivato dalla Villese il prestante e giovane ”fuori quota” Francesco Falcone, il ritorno fondamentale del “pilastro” super difensore Peppe Calarco che sarà ufficializzato a breve. Peppe Marcianò la “bandiera” del Gallico Catona è un altro dei punti fermi dell’undici allenato da Antonello Faraone.
Conferme per gli esterni Musarella e del “fuori quota” Assumma.
Il pacchetto arretrato è sempre stato un settore trainante del Gallico Catona nel recente passato.
A centrocampo la “riconferma” del top player Leo Gatto (un lusso per la categoria) è sinonimo di garanzia e degli obiettivi ambiziosi della società, Leo Gatto nella zona nevralgica del campo fa la differenza con le sue giocate ed è decisivo sulle “palle inattive”. Il diesse Misiti ha contattato anche il centrocampista Filadelfio Carroccio.
Conferme ufficiali per Ferrato e Daniele Barillà. Rinnovo di contratto anche per il duttile Antonio Cormaci.
E’ stato decisivo l’anno scorso, continuo nel rendimento, il trequartista Marco Cormaci, 8 sigilli personali, giocatore dalle indubbie qualità tecniche, fantasioso, potrà essere una delle pedine fondamentali dello scacchiere di Antonello Faraone.
I neo arrivati del Gallico Catona sono il portiere “fuori quota” Propato, il giovane difensore Falcone e gli attaccanti Quintana e Nicolazzo. Rinnovi per Marcianò, Gatto, Cormaci M. e A., Barillà D. Ferrato, Musarella, Assumma, Monorchio, Penna .
Dal settore giovanile alla prima squadra. Sono il portiere Manuel Chisari, Classe 1999, i difensori Giacomo Spinelli e Giuseppe Capone, Classe 1999 e l’attaccante Antonio Mordà, 1999.
Perfezionata anche l’iscrizione della società al prossimo campionato di Eccellenza.
Giuseppe Calabrò