Home / Sport Strillit / Reggio – Aspromarathon, ad ottobre si gareggia per la maglia “Campione del mondo”

Reggio – Aspromarathon, ad ottobre si gareggia per la maglia “Campione del mondo”

di Grazia Candido – Tre percorsi di gara immersi nella natura, tanti atleti provenienti da tutta Italia e l’ambita maglia di “Campione del mondo”. Una triade perfetta che segna la prima “Aspromarathon”, competizione inserita nel circuito delle quattro gare in cui si articola la coppa del mondo amatoriale di ciclismo 2016. Tutti i dettagli dell’attesa gara in programma il prossimo 9 ottobre, sono stati esposti questo pomeriggio nella sala Conferenze di Palazzo Alvaro, dal consigliere provinciale e regionale Francesco Cannizzaro, dal presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte Giuseppe Bombino, dal presidente Asd Rolling Bike Rocco Aurelio Caridi, dal delegato regionale Acsi Laura Bellantoni e dal responsabile del percorso Piero Gangemi che ha sciorinato le caratteristiche dei tre step agonistici.
“E’ un’importante competizione per far conoscere il territorio calabrese, e in particolar modo, l’Aspromonte, le sue qualità e la straordinaria diversità di paesaggi che, da sempre, hanno affascinato i turisti e non solo – afferma il consigliere Cannizzaro che invita gli sportivi e gli appassionati di ciclismo a partecipare numerosi alla manifestazione alla quale ancora ci si può iscrivere – Sarà una gara che mette in palio la maglia di campione ma anche, permetterà a tutti i partecipanti di vivere intensamente la natura e cogliere il fascino della nostra montagna”.
La prova unica Marathon e Granfondo “Coppa del mondo” mountain bike Acsi Ciclismo, organizzata dall’Asd Rolling Bike sotto l’egida dell’Acsi (Associazione Centri sportivi italiani) che fa capo al Coni e si occupa di favorire la pratica sportiva in tutte le discipline, prevede 3 livelli: la Marathon per i professionisti, su un percorso di 70 km caratterizzato da un dislivello importante; la Gran Fondo (50 Km), su un tracciato che è la metà del precedente e con una minore difficoltà; la Turistica (25 Km), un’escursione dedicata a chi vuole godersi il territorio, attraverso lo spettacolo che offre la natura.
“Un evento macchinoso a livello nazionale, la quarta gara di quelle svolte tra Sicilia e Calabria che, alla fine, consegnerà la maglia al campione – afferma il presidente Asd Rolling Bike Caridi – Il percorso è impegnativo, difficile e gli atleti saranno messi a dura prova per le austerità che incontreranno nel tracciato ma saranno bilanciate dalle bellezze naturali dei nostri luoghi. Dopo la terza gara a Pantelleria, concluderemo il tutto con la tappa in riva allo Stretto fissata per ottobre. Il percorso di circa 78 Km, partirà dal centro cittadino, precisamente dal Lido comunale, e si svilupperà in turistico sino al Serpentone (Pentimele) dove prenderà il via la gara. Dalla vallata di Arasì proseguiremo verso Ortì per poi salire ancora ai campi di Cardeto, Gambarie e, infine, chiuderemo il tutto tornando indietro sullo stesso percorso. Stiamo lavorando affinchè la Aspromarathon diventi un appuntamento fisso come Etna Marathon, oggi manifestazione di livello internazionale”.
Particolarmente entusiasta di questa collaborazione, la delegata Bellantoni che mette in evidenza l’importanza della gara “alla quale potranno partecipare non solo i tesserati italiani ma anche stranieri. I ciclisti esploreranno le nostre montagne unendo in un giorno, sport, ambiente e turismo”.
L’ultima parola spetta al presidente Bombino che evidenzia la necessità di “cucire la tessitura di questo territorio così complesso caratterizzato da inestimabili patrimoni ma anche riempire di significato le iniziative sportive come la Aspromarathon che orienta a quella forma di turismo che tanto desideriamo”.