Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Basket – La Viola riparte da Rullo e Lupusor. Condello al lavoro per il nuovo roster

Basket – La Viola riparte da Rullo e Lupusor. Condello al lavoro per il nuovo roster

di Gianni Tripodi – In attesa dell’ufficialità di Antonio Paternoster sulla panchina nero arancio, il dg Condello è già all’opera per costruire il roster della Viola 2016/2017. L’obiettivo è senza dubbio quello di costruire una squadra competitiva che dovrà dimostrare carattere e una spiccata propensione al sacrificio, che sappia entusiasmare il pubblico del Pala Calafiore e che faccia dimenticare alla svelta l’ultima deludente stagione. Si ripartirà da Roberto Rullo e Ion Lupusor, attorno a loro verrà assemblato un roster giovane e di prospettiva, con giocatori di talento e grande voglia di rilancio. Per il resto sarà rifondazione. Dopo un finale più che straordinario, sarà impossibile trattenere Anthony Dobbins, il passaportato ha già ricevuto tantissime offerte allettanti e con molta probabilità, purtroppo, non rimarrà in riva allo Stretto. Il dg Condello sta già valutando diversi prospetti, italiani e non, la scelta degli americani dovrà essere più ponderata, servirà molto più tempo, delle attente analisi, perché non si potrà più sbagliare (vedi caso Freeman). Nel frattempo il primo ingaggio sembra essere già nell’aria. Il primo tassello infatti, dovrebbe essere un under. Tutti gli indizi portano al 19enne playmaker toscano Lorenzo Caroti. Reduce dall’ottima stagione a Cecina (assieme all’ex Gambolati) nel campionato di serie B nel quale ha realizzato 11.3 punti e 2.8 assist a partita. Numeri importanti registrati anche durante i quarti di finale playoff di serie B contro Valsesia, 18.4 punti di media e 2.4 assist, facendosi così notare tra i migliori under del campionato. Sarà lui a prendere il posto di Valerio Costa, in partenza e già con le valigie in mano. Caroti ha un ottima visione di gioco, più tiratore rispetto a Costa ed è anche stato nel giro della Nazionale Under 18. In attesa di conoscere i primi nomi che vestiranno la canotta nero arancio, quel che è certo è che la nuova Viola non sarà formata da “figurine”, ma da uomini pronti a lottare ed onorare la maglia, non ci saranno quindi colpi ad effetto, la stagione appena conclusa ha insegnato molto e non verranno quindi più commessi gli stessi errori di valutazione.