Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – Andata in scena la festa dellla Conad Lamezia, con tutto il meglio del movimento calabrese

Volley – Andata in scena la festa dellla Conad Lamezia, con tutto il meglio del movimento calabrese

Grande festa della pallavolo lametina e calabrese al PalaGatti di Lamezia Terme. All’iniziativa denominata “chapeau!” ha preso parte il meglio del meglio della pallavolo nostrana. In occasione dei festeggiamenti per la vittoria del campionato di Pallavolo Maschile di Serie B2, la Conad Lamezia Volley ha voluto coinvolgere ed omaggiare i personaggi storici del mondo pallavolistico. La serata, alla quale ha preso parte anche il sindaco Paolo Mascaro secondo il quale “tutti questa sera ci siamo commossi rivivendo emozioni del passato”, è stata allietata da Ketty Riolo, coadiuvata dall’ideatore dell’evento Eugenio Mercuri, ed affiancata da due intenditori di questo sport come lo storico Giampiero Scarpino e il giornalista Tonino Scalise. La lista lunghissima dei premiati vede: Arcangelo Pierri, Francesco Pagliuso, Gianluigi Morelli, Alfredo Mercuri, Gioacchino Tavella, Mimmo Bruni, Gianfranco Serra, Edo Grandinetti, Tonino Perri, Giovanni Bambara, Ninì Colloca, Artuso Pisani, Corrado Michelangelo Guzzi, l’arbitro lametino Gianfranco Panzarella, Salvatore Rettura main sponsor Conad, lo stesso Giampiero Scarpino, Francesco Stranges e Luca Raffaele. Con gli ultimi 2 assenti per motivi personali. Tutti fortemente applauditi ma il punto apicale si è registrato con la standing ovation riservata ai presidentissimi Nino Tripodi e Pippo Callipo presenti anch’essi alla serata. Il pensiero è andato anche a chi purtroppo non c’è più ma ha avuto uno strettissimo legame con questo mondo a tal punto da lasciare impronte profonde: stiamo parlando di Antonella Greco, Pino Cosentino, Alfio Sparti, Giuseppe Perri, Peppino Ioculano e, dulcis in fundo, Vincenzo Montesanti e Peppino Murone ai quali è stato dedicato l’applauso più lungo e sentito.

DICHIARAZIONI FRANCESCO PICCIONI

Per Ciccio Piccioni “è un enorme piacere aver riabbracciato vecchi amici, che prima di tutto mi hanno insegnato i valori della vita e poi quelli dello sport. La passione che mi hanno trasmesso cerco di trasmetterla ai miei ragazzi delle giovanili affrontando le sfide sia in campo che fuori per cercare di riportare in alto Lamezia anche nel campo della pallavolo. Come si vede oggi c’è ancora tanta passione e tanta fame per questo sport. Sicuramente è stata una delle più belle pagine sportive scritte a Lamezia e tanti dirigenti, presidenti e allenatori della vecchia guardia hanno fatto un passo indietro di decenni questa sera. È stato entusiasmante la presenza di tante vecchie glorie che hanno abbracciato immediatamente l’iniziativa capendo subito lo spirito dell’evento che era appunto quello di celebrare 50 anni di pallavolo lametina. Dispiace per qualcuno a cui non si è riuscito a comunicare l’invito per mancanza di contatti. Ci tenevo a ringraziare in particolar modo Totò Ferraro, uno dei giocatori più forti della nostra pallavolo, che ha accettato subito l’invito. Peccato per chi invece non ha preso parte poiché non ha compreso il fine dell’evento.

Sul premio ricevuto durante la serata Piccioni dichiara di volerlo “condividere con tutta la squadra e la dirigenza perché il risultato è comune. Questo riconoscimento non è solo per me ma anche per chi insieme a me ha lottato e dunque, sia da allenatore che da giocatore, mi sento di condividerlo con tutti i compagni di oggi e di ieri”.

DICHIARAZIONI MAURO DAVOLI

Ad evento concluso soddisfazione e orgoglio negli occhi e nelle parole del Presidente Mauro Davoli che commenta così la serata: è stata un’iniziativa fortemente voluta dalla dirigenza e dalle persone che ci stanno vicino. Voluta perché, dato che Lamezia ha sempre rappresentato una grande tradizione nella pallavolo, con giocatori nelle massime serie, era ora di celebrarli. Uno di questi mostri sacri è la colonna portante del nostro gruppo. Sto parlando ovviamente del grande Ciccio Piccioni che ovviamente questa sera ha ricevuto anche lui un riconoscimento alla carriera che è il minimo che merita per ciò che ha fatto e sta facendo. Dunque, proprio noi che siamo la società più giovane, abbiamo voluto onorare questi eterni personaggi che hanno dato impegno, amore e sacrificio a questo sport. La risposta entusiasta che hanno dato i partecipanti all’iniziativa ci ha inorgoglito e ci ha fatto capire che era ora che tutta la pallavolo lametina si riunisse. Per una sera è stato così. È stata una grande festa. C’è stato anche un momento di gioco molto divertente sia per i diretti interessati che per il foltissimo pubblico che è accorso sulle gradinate della gatti che ringrazio sentitamente.

In merito alle onorificenze il numero 1 della Conad Lamezia Volley sostiene che “ovviamente anche la parte dedicata alle premiazioni ha riservato sorprese ed emozioni. Ci ha fatto fa piacere aver potuto ricordare, tra gli altri, persone come Vincenzo Montesanti e Peppino Murone. Ed anche la presenza di tutti i presidenti del passato e del presente della grande pallavolo è stato motivo di gioia. Ovviamente grande onore è stato la presenza dei presidentissimi Pippo Callipo (con tutta la dirigenza della Tonno Callipo VV) e Nino Tripodi; oltre che il saluto e l’omaggio che ci è giunto da Latina da un lametino doc come Candido Grande che pur non potendo essere presente ha voluto partecipare a distanza a questa manifestazione mandando i saluti e un gradito omaggio.

Sullo scopo della kermesse Davoli dichiara che “come era nelle nostre intenzioni, l’obiettivo non era il festeggiamento fine a se stesso della vittoria del nostro campionato ma tanto più quello di omaggiare, e ci tengo a sottolineare con il massimo rispetto e la massima ammirazione, tutti quelli che ci hanno preceduto e ci fa felici che in tanti abbiano compreso questo spirito.

Sul futuro il Presidente Davoli è abbastanza determinato ed ha le idee chiare quando asserisce di avere già “iniziato a lavorare per il futuro. Adesso, forti di questa vicinanza ed entusiasmo trasmessoci, continueremo il nostro lavoro per rafforzare una società ed una squadra che vogliono essere degni della storia lametina e di tanto affetto dimostratoci. Vogliamo continuare sulla strada già tracciata favorendo il confronto, peraltro già avviato da tempo, con altre società nello spirito di cordialità e amicizia che ci contraddistingue per far si che la pallavolo lametina e calabrese arrivi sempre più in alto. Ringrazio tutti i componenti societari in particolar modo Saverio Caccamo. Inoltre il main sponsor Conad, Salvatore Rettura, e tutti gli sponsor nonché la dirigenza e lo staff tecnico e medico Battaglia e Scaramuzzino. Particolare nota di merito mi sento di dedicarla al dottor Eugenio Mercuri per essere stato il motore della serata e vorrei ricordare anche il prezioso contributo del duo Morelli-Scarpino che sono stati parte integrante dell’iniziativa. L’elenco dei ringraziamenti è infinito ma come non citare gli atleti, giovani e meno giovani, che sono scesi in campo.

Secondo il Presidente Davoli l’elemento fondamentale della stagione è stato l’allenatore-giocatore Francesco Piccioni: Piccioni è Piccioni. Incarna il passato perché è cresciuto con alcuni grandi del Volley. Incarna il presente per le doti che ha e per quello che ha dimostrato. E rappresenterà il futuro di questo sport per lungo tempo. E poi è un grande uomo prime che un grande giocatore.

Nella premiazione, sembra ovvio, c’è stato spazio anche per lo stesso Davoli premiato assieme all’allenatore-giocatore Piccioni da Pippo Callipo e Nino Tripodi. “L’emozione è tanta per il riconoscimento che ci hanno consegnato – ha dichiarato Davoli – che ovviamente con Piccioni condividiamo con chi è sceso in campo conquistando il primo posto col sudore. Ed ora con Piccioni ed i magnifici ragazzi protagonisti di questa cavalcata faremo in modo che anche nella prossima stagione sarà garantito divertimento ed entusiasmo mostrando una pallavolo di alti livelli.