Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, B2 – La Conad Lamezia chiude in bellezza una stagione trionfale. Ora la B unica

Volley, B2 – La Conad Lamezia chiude in bellezza una stagione trionfale. Ora la B unica

GUPE VOLLEY BATTIATI 1 – CONAD LAMEZIA VOLLEY 3 (23-25; 25-20; 22-25; 20-25)

GUPE: Genovese, S. Petrone 8, Coppola, Fichera, Mungiello, D. Petrone 1, Testa 5, Trombetta, De Costa, Mollica 7, Bertone 7, La Rosa 5, Martinengo 30. ALL: F. Petrone.

LAMEZIA: D. Davoli (L), M. Davoli, Romano, Talarico 1, Ferraiuolo 6, Gaetano 6, Cimino 18, A. Mercuri, Piccioni 15, Galiano 2, Calabrò 12. ALL: Piccioni. VICE: M. Davoli.

ARBITRI: Virga Giuseppe Salvatore e Di Lorenzo Antonino della sezione di Palermo.

Non ci sono più aggettivi per descrivere la Conad Lamezia Volley. Un campionato che, come già detto, è stato al di la di ogni più rosea aspettativa quello dei biancazzurri e che ora si è concluso con la ciliegina sulla torta. I lametini tornano vittoriosi dalla trasferta siciliana di Sant’Agata Li Battiati dove hanno sconfitto per 3 a 1 la temibile Gupe Volley nell’ultima gara di campionato. Grazie a questi preziosissimi 3 punti i ragazzi dell’allenatore-giocatore Ciccio Piccioni chiudono la stagione al primo posto a quota 52. A seguire Letojanni 51, Raffaele 49 e Gupe 48. Andando al match possiamo dire che la Conad parte subito forte facendo proprio il primo set per 23-25 con il punto finale deciso da un grande muro di Talarico su Martinengo. Nella seconda ripresa i padroni di casa pareggiano il parziale conquistando il set per 25 a 20. Ma la determinazione della Conad è troppo elevata per lasciarsi sfuggire un’occasione simile: il Lamezia con qualità e senza sbavature conquista il terzo e il quarto set con un 22-25 e 20-25 chiudendo definitivamente il match ed entusiasmando anche oggi gli oltre 70 supporters lametini onnipresenti. Una stagione mostruosa quella della Conad che si è trovata ad affrontare avversari ostici, dovendo far fronte spesso anche a qualche errore arbitrale e a tifosi avversari abbastanza particolari. Ma nonostante ciò mai una sbavatura nel comportamento ed uno stile sempre lineare e determinato come le grandi squadre e le grandi società sanno fare. Entusiasmo e gioia a fine gara con Ciccio Piccioni che si è detto “a dir poco contento. Si tratta di una grande soddisfazione. Per fortuna dopo il derby perso immeritatamente contro la Raffaele Lamezia solo al tie break non ci siamo arresi ed anzi gli sfottò di qualche dirigente loro ci ha dato ancora più carica. Letojanni era pronta a festeggiare ma noi non abbiamo mai mollato e ci siamo presi ciò che ci meritiamo. Merito ai ragazzi, alla dirigenza, allo staff e al pubblico insieme ai quali abbiamo raggiunto un traguardo che ancora a 40 anni mi fa emozionare. Ringrazio mia moglie e la mia famiglia che mi sono sempre stati vicino. Ed una dedica particolare va ad un nostro grande tifoso che purtroppo da un anno non c’è più ossia a Peppino Murone che è sempre stato il nostro primo tifoso”. Sul match secondo Piccioni “si è trattata di una partita impegnativa e dura come ci aspettavamo. Noi l’avevamo preparata bene perché sapevamo che loro avrebbero venduto cara la pelle. La Gupe è composta da tanti elementi validi, su tutti Martinengo che è un giocatore di un’altra categoria. In questa gara abbiamo dimostrato carattere come nel resto della stagione. Nessuno ci ha mai regalato niente né gli avversari e nemmeno gli arbitri. Ogni squadra che ha giocato contro di noi è sempre stata agguerrita. L’obiettivo raggiunto è frutto del sudore di tutti e la classifica parla chiaro”. Per il Presidente Davoli “l’impresa realizzata è dedicata in primis ai ragazzi perché sono loro i principali artefici. Hanno condotto un campionato magnifico sotto la guida magistrale dell’immenso Ciccio Piccioni che ha potuto contare sull’esperienza di gente come Ferraiuolo, Gaetano e Cimino; sulla freschezza di giovani promesse come Davide Davoli e Antonio Mercuri; sulla determinazione di Calabrò, Galiano e Talarico e sul supporto di veterani della squadra come Bruno Stirparo, Maurizio Davoli, Roberto Romano e Marco Mercuri. Dopodiché credo che l’elenco dei ringraziamenti sia lunghissimo: cominciando con il Vice Presidente Saverio Caccamo, il main Sponsor Conad nella persona di Salvatore Rettura e tutti gli altri sponsor che ci danno una mano. Senza dimenticare lo staff cioè il fisioterapista Paolo Scaramuzzino, il dottor Battaglia e il dottor Bilotta. L’inossidabile scout man Raffaele Natalia insieme al prezioso addetto stampa Antonio Gatto. I nostri tifosi che per tutta la stagione ci hanno sostenuto in casa e in trasferta che a citarli tutti non basterebbe una intera giornata. Sono davvero contento per tutto l’ambiente Conad Lamezia Volley perché è caratterizzato da entusiasmo e spirito di appartenenza”. Complimenti e ringraziamenti sono arrivati anche da Salvatore Rettura che si è detto “felicissimo ed orgoglioso di questa squadra. Un gruppo giovane e tutto lametino nel quale ci metto anche Calabrò che nonostante sia di Villa San Giovanni è ormai lametino di adozione. Come prima esperienza da sponsor non potevo aspettarmi di meglio: abbiamo raggiunto un grande traguardo che non era in preventivo ma che grazie al lavoro eccezionale di tutto l’ambiente ed in particolar modo di questi splendidi ragazzi è diventato realtà. L’atmosfera che si respira in questo gruppo è molto bella e quello che posso dire è che continueremo a lavorare per il futuro meglio di prima”. Dunque si conclude nel migliore dei modi questa stagione per la Conad Lamezia Volley che ora si metterà al lavoro per il prossimo campionato di Serie B unica per tenere ancora alto il nome di Lamezia Terme.