Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Il Cosenza merita l’applauso dei tifosi. Da programmare subito il futuro

Il Cosenza merita l’applauso dei tifosi. Da programmare subito il futuro

Salutato il sogno play off, oggi tenuto ancora in piedi solo dalla famosa matematica, il Cosenza vuole comunque chiudere la sua stagione e salutare il popolo rossoblu con un successo. Sarà l’Ischia l’avversario da battere, compito da ritenersi comunque assolutamente alla portata, in virtù di una notevole difficoltà che gli avversari vivono e che hanno vissuto per tutto l’arco del campionato e per il desiderio dei lupi di consolidare l’attuale posizione in classifica. Roselli non potrà disporre di tutti gli effettivi, ma dovrà essere la voglia di conquistare i tre punti a prevalere su qualsiasi altra mancanza. E non sarebbe male se per la chiusura, vi fosse un adeguato pubblico a salutare tecnico ed un gruppo di calciatori che, comunque, hanno superato ogni aspettativa e tenuto fino all’ultimo istante in bilico la possibilità di agganciare la zona play off. Il percorso del Cosenza rimane di livello, il post sarà anche caratterizzato da qualche recriminazione per le diverse occasioni sprecate. Ma proprio sugli episodi che hanno portato al mancato obiettivo si dovrà lavorare, a questo punto manca davvero poco per diventare grandi e ambiziosi. Si spera che in questo senso il presidente Guarascio abbia le idee chiare in chiave futura e di programmazione. Ovvio che tutto passa dal comparto tecnico con figure oggi rappresentate da Meluso e Roselli. I risultati conseguiti nelle ultime due stagioni darebbero per scontata la loro conferma, ma prima che ciò avvenga è d’obbligo il confronto tra le parti per capire se le esigenze della società, siano corrispondenti con quelle dei due protagonisti. Il passo va fatto senza perdere ulteriore tempo, quindi un attimo dopo la chiusura di questo campionato. Sono i tifosi i primi a voler conoscere quali saranno gli obiettivi. Voglia di migliorare, vista la posizione conquistata quest’anno, significherebbe puntare alla promozione.