Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Ancelotti: “Nella vita il calcio la cosa più importante, delle cose meno importanti” (FOTO)

Ancelotti: “Nella vita il calcio la cosa più importante, delle cose meno importanti” (FOTO)

Settima edizione del Premio Ceravolo, ancora un grande successo. L’evento, organizzato dal giornalista Maurizio Insardà, si è svolto al Politeama di Catanzaro ed ha visto, questa volta, come ospite d’onore e premiato per la sua straordinaria carriera, Carlo Ancelotti. Sul palco la conduttrice Sabrina Gandolfi e l’immenso Italo Cucci, per una serata straordinariamente intensa, ricca di aneddoti e tutta da vivere. Il prossimo allenatore del Bayern Monaco, si è mostrato in tutta la sua saggezza calcistica e non solo, ha dialogato con grande serenità, ironia, distribuendo consigli e raccontando moltissimo della sua storia, da ex calciatore e da attuale allenatore. La sua umiltà ha fatto quasi dimenticare che il confronto lo si aveva con uno degli allenatori più titolati al mondo, colui che ha avuto la bravura e la fortuna di allenare le squadre più forti d’Europa, riuscendo a vincere ovunque. “Il calcio si evolve, oggi l’aspetto psicologico, la relazione ed il confronto continuo con i calciatori, è molto più importante di qualsiasi tattica. Prima di essere allenatori o calciatori si è persone e di questo bisogna tenerne conto sempre. Nella vita il calcio è la cosa più importante, delle cose meno importanti. Il calcio significa anche prendersi responsabilità, questo è l’insegnamento che si deve dare quando si raggiunge il professionismo. A volte la fame della vittoria e l’agonismo lo fanno dimenticare”. Questi alcuni passaggi di una lunga e piacevole chiacchierata, in mezzo le clip che hanno ricordato il grande Catanzaro di Nicola Ceravolo, poi video che hanno ripercorso la prestigiosa carriera dell’ allenatore premiato, considerazioni sul suo Milan, i complimenti alla Juve ed alla bellissima favola del Leicester. In chiusura, sul palco, riconoscimenti anche per il presidente della LND Nino Cosentino e per il giovanissimo e sfortunato calciatore Fabrizio Taverna. L’ultima parola, alla figlia del compianto Ceravolo, Mariella, poi tanti applausi e l’appuntamento già fissato al prossimo anno.

IMG-20160502-WA0023IMG-20160502-WA0012IMG-20160502-WA0013