Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / A Catanzaro il convegno “I principi nutritivi – L’alimentazione del giovane calciatore”

A Catanzaro il convegno “I principi nutritivi – L’alimentazione del giovane calciatore”

Lunedì, 2 maggio 2016, alle ore 17:00, si svolgerà nella sala congressi del CR Calabria FIGC LND il convegno dedicato a “I principi nutritivi – L’alimentazione del giovane calciatore”. Un’iniziativa rientrante nell’ambito delle attività del Centro Federale Territoriale, che non mira a curare solo l’aspetto sportivo e tecnico dei giovani calciatori, ma anche quello della nutrizione. Il convegno sarà aperto a tutti, e rivolto in particolare ai ragazzi e ragazze dai 12 ai 14 anni, che, presso il Centro Federale Territoriale di via Contessa Clemenza a Catanzaro, ogni lunedì stanno seguendo un programma di allenamento messo a punto dal settore tecnico federale, ma anche ai genitori, ai dirigenti delle società sportive e agli istruttori. L’obiettivo è quello di educarli e formarli sull’importanza di adottare una sana e corretta alimentazione, adeguata alle esigenze e alle diverse fasce d’età, imprescindibile anche per ottimizzare le prestazioni sportive e in generale per mantenere in buono stato la salute dei giovani calciatori. A relazionare sul tema saranno Saverio Catalano, medico del CFT, e Attilio Morrone, medico chirurgo, dottorando di ricerca nel settore della nutrizione e delle malattie dismetaboliche presso l’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. Ai lavori parteciperanno il presidente della LND, Antonio Cosentino, il presidente del Comitato Regionale Calabria LND, Saverio Mirarchi, il coordinatore del Settore Giovanile e Scolastico Calabria, Massimo Costa, il componente della Commissione Federale Nazionale per l’Attività Scolastica, Piero Lo Guzzo, e tutto lo staff tecnico-organizzativo del CFT.

Tale evento formativo, inoltre, si inserisce nel contesto della campagna educativa “Nutrizione è Salute” promossa dalla FIGC – Lega Nazionale Dilettanti, e lanciata già dall’anno scorso in Calabria, finalizzata a diffondere un “Modello Alimentare” predisposto dalla LND in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e, sul piano scientifico, con gli esperti della Federazione Medico Sportiva.