Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Gallico Catona, strategie e nuove cariche societarie. Nomi prestigiosi per la panchina

Calcio – Gallico Catona, strategie e nuove cariche societarie. Nomi prestigiosi per la panchina

E’ un Mimmo Scappatura segretario super impegnato di un Gallico Catona che intende ancora scrivere pagine importanti nell’arte pedatoria del calcio dilettantistico calabrese.

Il cellulare squilla in continuazione, invia messaggi per riunioni programmatiche, una ne è prevista per domenica mattina, le cariche sociali sono state azzerate. Si ripartirà con nuove idee, probabilmente con nuove linfe, con una nuova programmazione, ma facendo anche tesoro delle brillanti cose fatte in un campionato come è quello di Eccellenza, finestra del professionismo.
E’ un Gallico Catona “antesignano” della conurbazione, dell’integrazione fra due realtà ”così vicine ma anche così lontane” che festeggiano nella prossima avventura la “quarta” convivenza.
Fra alti e bassi, con un settore giovanile che sta dando ottimi risultati come testimonia la convocazione in Nazionale under 17 del centrocampista Gioele Corsaro, il Gallico Catona è impegnato in questo momento a custodire e programmare il suo futuro e magari, come è ovvio, migliorare dove ci sono delle “deficienze” o per meglio dire delle imperfezioni. Un settore giovanile ben gestito da Enzo D’Ascola, Nino Reitano e Gianni Malavenda.
Guardare al futuro con realismo, programmando secondo un budget reale e non virtuale. Chiarezza e unità d’intenti, nuovi soci o sponsor, è basilare non cadere nell’anonimato e nell’indifferenza.
Nello Violante e Natale Gatto hanno compiuto in questi anni mirabilie, una “disorganizzazione perfetta” con risultati strabilianti e non è stato per nulla facile.
Un lavoro coordinato con Peppe Misiti, Peppe Mangano, il responsabile Marketing Maurizio Biondi, Peppe Cartisano, Mimmo e Ciccio Richichi, l’indispensabile magazziniere Ciccio “tiki” Reitano, Nino Labate, Mimmo Scapptura, Antonio Lo Presti, l’avvocato Passalia.
Domenica mattina importante riunione strategica per la prossima stagione, per rinnovare le cariche sociali e poi stabilire la programmazione tecnica.
Da definire il dopo Ripepi? Circolano tante voci, ma sono solo ipotesi, Sandro Caridi, Rosario Salerno, Massimo Scevola, Ciccio Ferraro. Resteranno Leo Gatto e Marco Cormaci? Ma arriverà soprattutto la “prima punta” a doppia cifra?

Giuseppe Calabrò