Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto, A1 femminile – Città di Cosenza cade a Prato (12-8)

Pallanuoto, A1 femminile – Città di Cosenza cade a Prato (12-8)

Mediostar Waterpolo Prato – Città di Cosenza 12-8 (3-1,2-3,4-1,3-3)

Mediostar Waterpolo Prato: Gigli, Pelagatti, Giachi, Lapi(2) Bosco(1), Repetto, Galardi(2), Tabani C.(2), Albiani(1), Canetti(1), Francini, Bartolini(3), Tabani E. Allenatore: Jacopo Bologna.

Città di Cosenza: Nigro, Citino(2), Gallo, De Mari, Motta S., Koide(1), Marani, De Cuia, Pomeri(2), Presta, Motta R.(1), D’Amico(2), Manna. Allenatore: Marco Capanna.

Arbitri: Pascucci e Zedda.

Note: superiorità numeriche Città di Cosenza 5/9, Mediostar Waterpolo Prato 5/11+ un rigore. Presta (Città di Cosenza) uscita per limiti falli.

Tiene bene per tre tempi la Città di Cosenza, ma poi cede alla Mediostar Waterpolo Prato, determinante ai fini del risultato la terza frazione di gioco. La formazione cosentina torna dalla trasferta di Firenze con una battuta d’arresto, 12-8 il risultato finale in favore della compagine pratese. Nonostante lo stop l’obiettivo di raggiungere la final six del campionato non è compromesso e la Città di Cosenza ha ancora tutte le carte in regola per potercela fare. Contro la squadra toscana le ragazze allenate da Marco Capanna hanno fatto quello che era nelle loro possibilità anche se in qualche frangente ci sarebbe voluta una maggiore attenzione. “Oggi che abbiamo perso una partita molto importante posso dire di essere molto fiero di questo gruppo e di queste ragazze – sottolinea coach Marco Capanna – perché continuano a crescere. La partita è stata di livello superiore rispetto all’andata, giocata forte anche da noi. È uscita fuori la maggiore qualità e esperienza di tante, tutte le giocatrici del Prato al quale vanno i miei complimenti. A fronte degli altri risultati continuiamo a credere che dipende da noi il raggiungimento dei play off. Questa settimana abbiamo avuto quattro giocatrici fuori per influenza fino a Venerdì, qualcuna addirittura oggi. Ho un gruppo di diciotto splendide ragazze che danno e daranno l’anima per questo sogno e questo progetto. Le prossime due partite, Imperia in casa e Bologna in trasferta saranno le nostre finali mondiali e come tali le prepareremo”.