Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Mondiali di pesca – Mucciola: “Vogliamo una medaglia. Spiaggia e mare della jonica unici”

Mondiali di pesca – Mucciola: “Vogliamo una medaglia. Spiaggia e mare della jonica unici”

di Pasquale Romano – Le spiagge joniche nel cuore, l’Oceano come sfida da vincere. Massimo Mucciola farà parte della spedizione azzurra ai prossimi mondiali di pesca, che si terranno il prossimo ottobre in Irlanda. Sinonimo di libertà ed evasione, figlia di un rapporto personale ed emotivo con il mare, la pesca rischia di vedere la propria natura alterata se ridotta alla funzione di semplice ‘sport’.

La pesca, per Massimo Mucciola, è una passione annodata al Dna di famiglia. Reggino non di nascita ma per una simbiosi scattata immediatamente: “Avevo appena 3 anni quando da Roma ci siamo trasferiti a Reggio Calabria. Doveva essere una cosa di pochi mesi, l’amore per il mare e questa terra ha fatto il resto…”

Proprio nelle spiagge calabresi, esattamente ad Annà e San Lorenzo, si è svolto nei giorni scorsi ‘Club Azzurro‘, una selezione dei migliori pescatori che prenderanno parte al prossimo mondiale. Il ‘feeling’ particolare con il campo gara ha aiutato Mucciola a centrare l’obiettivo: “Mi sono classificato terzo, disputerò quindi il mio secondo Mondiale dopo quello in Portogallo. In Irlanda non sarà facile, le spiagge dell’Oceano sono molto diverse da quelle italiane. Vogliamo a tutti i costi però tornare con una medaglia”.

Da circa vent’anni pescatore impegnato in gare ufficiali, Mucciola è presidente della ‘Asd Mondial Pesca‘, società che ha ottenuto risultati importanti a livello nazionale. Un amore travolgente nato in tempi non sospetti: “Già all’età di 5 anni la voglia di buttare la lenza a mare era inarrestabile, da quel momento non ho mai smesso. Si tratta di una passione trasmessami da mio padre, io ho fatto lo stesso con i miei figli”.

Come si svolge nei dettagli lo sport della pesca? In principio, c’è il rispetto degli ‘abitanti’ delle acque: “Utilizziamo il sistema ‘catch and release’. Una volta pescato il pesce, viene misurato dai giudici e immediatamente rilasciato in mare”.

Calabria tra le regioni ‘in vetrina’ per quanto riguarda il mondo della pesca. Nel 2017 si disputeranno i Mondiali in Sudafrica, la Federazione Italiana ha apprezzato cosi tanto le spiagge calabresi che anche il prossimo ‘Club Azzurro’ si svolgerà nella provincia di Reggio Calabria. “Si tratta di spiagge pescosissime, in qualsiasi condizione climatica il risultato è ottimo. Nella media si pesca più del doppio rispetto al resto d’Italia”.

Spesso terra difficile e contraddittoria, la Calabria ha caratteristiche naturali spesso sottovalutate. Il mare una delle bellezze da evidenziare: “Solitamente mi alleno nella zona tra Condofuri ed Africo, ogni settimana mi ritaglio almeno mezza giornata. Apprezzo tutte le spiagge della provincia ma quelle della jonica le ritengo splendide, tra le più belle che ci siano”.