Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Tedeschi: “Tutto ancora possibile, lo dice la classifica”

Cosenza, Tedeschi: “Tutto ancora possibile, lo dice la classifica”

Luca Tedeschi parla del suo Cosenza, dell’amaro pareggio con il Benevento, della possibilità ancora viva di raggiungere i play off, di futuro: “Sì, resta il rammarico per il risultato e per i punti non conquistati. Ma è l’ennesima conferma del grande gruppo della grande stagione che stiamo facendo e del valore chi ci riconoscono anche gli avversari. Tanto è vero che il Benevento ha avuto paura e negli ultimi dieci minuti si è accontentato del pareggio. Vuol dire che siamo forti, il risultato ci toglie qualche cosa ma non cambia il nostro percorso. Da qui in poi ci saranno partite difficili per noi e per le altre, nessuno sarà più morbido. E’ vero ho sfiorato il gol con quella fuga in contropiede, mi è venuto spontaneo per la situazione. Nella circostanza è mancata qualcosina sia nel passaggio che nella mia precisione, non era semplice essere lucidi e precisi… è andata così speriamo ricapiti. Sarebbe stato fantastico segnare.

Che tutto sia ancora possibile lo dice la classifica. Che per i play off tutto può succedere e anche sulla disposizione delle squadre di vertice. Tutti si giocano tanto e ogni partita ha un peso specifico diverso delle fasi iniziali del campionato.

Nel prossimo turno noi e la Casertana affronteremo Melfi e Monopoli che sono squadre che ci sanno fare, non sarà facile. Ognuno ha un obiettivo, salvezza, promozione, play off e c’è chi non vuole sfigurare. Il Melfi non è primo in classifica, ma ha la determinazione giusta per rendere difficile la vita a tutti e inoltre hanno buoni giocatori. Dobbiamo raccogliere più punti possibili non si sa mai. Chi conquisterà il quarto posto se la vedrà probabilmente con la formazione del girone B. Guardiamo a noi poi vedremo.

I tre arrivati a luglio dal Melfi hanno dimostrato di essere validissimi, così come Di Nunzio che non scopriamo certo ora. Evidentemente sono bravi a costruire le squadre e il Cosenza è stato bravo a prendere il meglio. Con Perina in particolare il Cosenza ha proseguito la regola che vuole ottimi portieri difendere le porte del San Vito Marulla. Sul mio rinnovo l’anno scorso la mia scelta era in dubbio solo per la scadenza del contratto. Io e la Società abbiamo avuto l’identica volontà di creare qualcosa di duraturo. La società ha voluto creare un gruppo che possa andare oltre la stagione per crescere come Cosenza. Conoscendo il Presidente e il Direttore so che non si faranno sfuggire i giocatori che sono funzionali al progetto”.
fonte: ilcosenza.it