Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, A2 – Contro Agrigento la Viola non vuole perdere il treno salvezza

Basket, A2 – Contro Agrigento la Viola non vuole perdere il treno salvezza

di Vittorio Massa – Due squadre con obiettivi e, a quanto dice la classifica, valori diametralmente opposti ma entrambe con la necessità di portare a casa i due punti per proseguire senza intoppo i propri cammini. Viola ed Agrigento si affrontano in un match che è un classico dell’ultimo decennio. Ad inizio stagione entrambe erano tra le candidate alla promozione, oggi una , Agrigento, ha mantenuto le promesse e vola verso la post season, l’altra, la Viola deve evitare i play out. Entrambe arriveranno però alla sfida del PalaPentimele con il morale alto.

La Viola dopo la vittoria di Biella è padrona del proprio destino. Seppur la vittoria di Rieti abbia complicato la questione salvezza i neroarancio sanno che con un exploit contro la corazzata Moncada la salvezza diretta si avvicinerebbe considerevolmente. Frates ripartirà dai protagonisti del Biella Forum , ossia Adegboye e Dobbins ma anche dai positivi Costa e Mordente che fanno ben sperare in vista di una inevitabile rotazione allungata. Tanto passerà anche dalle mani del reparto lunghi con Crosariol chiamato al riscatto dopo l’ultima opaca prova mentre Brackins vorrà proseguire nel suo grande momento di forma. Capitolo a parte per Roberto Rullo.La guardia di Lanciano è lontano parente di quel giocatore che si è caricato sulle spalle la Viola per gran parte del campionato. Un calo è fisiologico ma il suo talento rimane cristallino e potrà risultare decisivo.

Di fronte una Moncada entusiasta dopo la vittoria contro la capolista Scafati. Gli agrigentini, seppur sempre a combattere con gli infortuni del grande ex Alessandro Piazza, hanno fatto quadrato intorno al collaudatissimo sistema di gioco di Franco Ciani. Piazza ci sarà, ben spalleggiato dall’ottimo Saccaggi. Gli americano Martina, guardia dal grande atletismo, e Eatherton si sono calati perfettamente in questo campionato. Ben più noti sono poi Evangelisti e Chiarastella. Agrigento rinasce in Primavera e spesso trova proprio in questo periodo, e poi in post season, la forma migliore. Nei play off i siciliani potranno essere nuovamente la rivelazione? Probabilmente si visto che il sogno serie A è sfumato lo scorso anno solo in gara 5 contro la fortissima Torino. Prima però la trasferta in una Reggio pronta a festeggiare la “giornata neroarancio”. Palla a due alle 18.00