Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cosenza, Corsi: “Chi ha il cuore rossoblú deve venire al Marulla”

Cosenza, Corsi: “Chi ha il cuore rossoblú deve venire al Marulla”

Una prova più che positiva con il Monopoli coronata da un successo che tiene in corsa il Cosenza. Angelo Corsi ha atteso il suo momento dopo la gara con il Lecce vissuta dalla panchina. In conferenza stampa i giornalisti dicono che quando gioca Corsi il Cosenza vince… “E’ tutta fortuna – dice sorridendo il jolly rossoblù – la mentalità non la fa il giocatore, ma la squadra. Sono solo coincidenze, ci stiamo allenando per lunedì con entusiasmo e tranquillità. Accetto le scelte del tecnico nel massimo rispetto per i compagni, tutti meritiamo di giocare. Essere adesso così in alto è un vantaggio non una pressione noi in campo facciamo il massimo. Chi è costruito per vincere ed è attardato vive male questa situazione noi viviamo con serenità.

Con il Lecce la nostra prestazione è stata ottima a detta di tutti, ma con il Benevento dobbiamo evitare gli errori commessi nella gara con i salentini. Ne abbiamo fatto anche in altre partite, ma se sbagli con squadre di alto livello vieni punito. Serve una partita perfetta e tenteremo con le nostre ripartenze di fare male. Per i play off molto dipende dallo scontro diretto tra Casertana e Foggia. Non so su chi fare la corsa, temo più il Foggia ma sarà il campo a dire chi farà meglio. Giocare dopo un vantaggio o uno svantaggio. Sapere il risultato può essere anche uno stimolo in più, per me non è un problema o un vantaggio. In campo pensiamo a tutto tranne che a quello che hanno fatto gli altri. La mia posizione? All’andata sono stato uno dei migliori in fase difensiva, il tecnico è limpido nelle sue scelte e nelle sue motivazioni. Io sono difensore da un anno posso essere più rapido nel breve e meno abile sulle palle alte. Decide il mister.

Gli apprezzamenti di altre squadre fanno piacere, come squadra e singolarmente abbiamo fatto bene… a giugno ci pensiamo. Abbiamo ancora la possibilità di vivere un sogno in questa città ed è quello che conta ora. Quella di lunedì è l’ultima chiamata… la città deve rispondere. Noi ringraziamo i nostri fedelissimi che vengono sempre… adesso però basta chiacchiere… se si vuole bene alla maglia è il momento di venire al Marulla”.