Home / Sport Strillit / BASKET / Basket: La Viola non convince. Contro Tortona ennesima occasione sprecata

Basket: La Viola non convince. Contro Tortona ennesima occasione sprecata

di Gianni Tripodi – E’ mancata ancora una volta la continuità, di prestazione e di risultato. Dopo la bella vittoria ottenuta contro Casalpusterlengo, i nero arancio non sono riusciti a centrare il bis casalingo contro Tortona, sprecando così, una ghiotta occasione per tirarsi fuori dalle zone calde della classifica. Un avvio di gara punto a punto contro la seconda forza del torneo che aveva fatto ben sperare, dopo l’intervallo però, dal rientro dagli spogliatoi, la Viola è come se avesse staccato la spina. Black out fatale negli ultimi e decisivi due quarti, con il passare dei minuti il team di coach Frates ha cominciato a sciogliersi come neve al sole. Situazione inspiegabile. Poca tenuta mentale? Assolutamente sì. Contro Tortona sono ancora una volta tornati a galla tutti i problemi che la squadra ha sempre avuto dall’inizio della stagione. Nei momenti di maggiore difficoltà Brackins e compagni faticano a trovare la forza per reagire e rialzarsi, manca lo spirito di squadra e di sacrificio che dovrebbe contraddistinguere un gruppo, un gruppo che quest’anno non si è mai creato. E allora? Adesso bisognerà salvarsi, salvare il salvabile. Un successo contro Tortona avrebbe potuto cambiare le sorti della stagione, due punti in più in questa fase finale avrebbero garantito un vantaggio quasi rassicurante sulle dirette concorrenti, ma la vittoria non è arrivata. A quattro giornate dal termine del campionato, il team di coach Frates sa bene che non potrà più commettere passi falsi, la concentrazione dovrà essere massima per evitare ciò che ad inizio stagione era decisamente impensabile. Domenica ci sarà la pausa pasquale, una settimana in più di lavoro quindi per preparare l’impegnativa trasferta di domenica 3 aprile a Biella, ennesima gara bivio della stagione in cui non si potrà più sbagliare, si tornerà poi al Pala Calafiore il 10 aprile per affrontare Agrigento. Due gare fondamentali in vista degli ultimi due incontri contro Barcellona e Rieti, con quest’ultima che si giocherà con i nero arancio la permanenza in A2 fino all’ultima giornata, ma bisognerà cambiare atteggiamento perché la Viola ora più che mai dovrà essere padrona del proprio destino.

viola - casalp