Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Due squilli di Statella e Cavallaro mordono la Lupa e il Cosenza rimane in alto

Due squilli di Statella e Cavallaro mordono la Lupa e il Cosenza rimane in alto

Doppio volto del Cosenza: primo tempo da dimenticare, nel secondo cambia marcia e porta a casa la quarta vittoria in trasferta della stagione. Non è stata una passeggiata contro la Lupa Castelli Romani, soprattutto per colpa della squadra di Roselli che nella prima parte della gara non è riuscita a creare un solo pericolo, se si esclude un gol di Arrighini annullato per una dubbia posizione di fuorigioco, dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma va anche ricordato il palo colpito da Mastropietro con Perina battuto. Poi a inizio ripresa l’arma letale del Cosenza: il contropiede. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo della Lupa, Statella e Arrighini danno in via a una ripartenza che l’esterno di Bianco conclude con il gol. Poi il sigillo del solito Perina bravo a dire di no ancora a uno scatenato Mastropietro. Da quel momento in poi è solo Cosenza con Secco che sale in cattedra: prima alza in angolo un calcio di punizione di Cavallaro e poi dice di no a una bella conclusione di Arrigoni dalla distanza. In pieno recupero la perla di Cavallaro con un tiro a giro dalla lunga distanza, per un 2-0 che conferma il Cosenza nella zona playoff. E adesso il big match di sabato prossimo al Marulla con il Lecce.

LUPA CASTELLI 0

COSENZA 2

MARCATORI Statella al 7′, Cavallaro al 49′ s.t.

LUPA CASTELLI ROMANI (3-5-2) Secco; Rosato, Aquaro, Di Bella; Ricamato, Maiorano (dal 25′ s.t. Morbidelli), Scicchitano (dal 36′ s.t. Carta), Kosovan (dal 9′ s.t. Falasca), De Gol; Mastropietro, Rossetti. In panchina: Tassi, Proietti, Sporkslede, Roberti. Allenatore: Palazzi.

COSENZA (4-4-2) Perina; Corsi, Tedeschi, Di Nunzio, Ciancio; Statella, Arrigoni, Caccetta (dal 19′ s.t. Cavallaro), Fiordilino; La Mantia (dal 12′ s.t Vutov), Arrighini. In panchina: Saracco, Blondett, Pinna, Ventre, Parigi. Allenatore: Roselli.

ARBITRO Massimi della sezione di Termoli.

NOTE spettatori 100 circa. Ammoniti Maiorano, Mastropietro, Kosovan. Calci d’angolo 6-5 (p.t. 3-1). Recupero: p.t. 1′; s.t. 4′.