Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio serie D – L’equilibrio rende il campionato avvincente. Si deciderà tutto alla 19^

Calcio serie D – L’equilibrio rende il campionato avvincente. Si deciderà tutto alla 19^

Sarà pure un torneo poco spettacolare, ma l’equilibrio e l’incertezza che domina nel girone I del campionato di serie D, lo renderà avvincente ed incerto fino all’ultima giornata. L’attuale stagione si contraddistingue dalle precedenti nella totalità della sua classifica. Non una squadra dominante, neppure una materasso, tutti lottano per il raggiungimento di qualche obiettivo e l’attuale graduatoria, unita ad un calendario incredibile, farà si che il percorso rimanga sul piano dell’equilibrio fino all’ultimo. Tre le formazioni che battagliano per la prima piazza. Si alternano le posizioni di testa, uno solo il punto di vantaggio della Cavese su Siracusa e Frattese. Decisivi saranno gli scontri diretti. Alla terz’ultima la compagine di Papagni ospiterà i siciliani e chiuderà la stagione regolare ancora in casa con la Frattese. Tutto da definire, tutto da vivere. Non meno entusiasmante la corsa ai play off. In questo caso gli scontri diretti arrivano prima e tra la fine di marzo e la prima settimana di aprile, si potrebbe avere un quadro della situazione molto più chiaro. Per esempio la Vibonese che nel breve volgere di quindici giorni, si troverà di fronte consecutivamente a Due Torri, Aversa ed il sei aprile ancora in campo, al Luigi Razza, per il recupero con la Reggina. Eccezion fatta che per la trasferta di Vibo, nella corsa ai play off, proprio gli amaranto sembrano avere il calendario più comodo. La bagarre è anche in coda. Dove con le unghie e con i denti la Vigor Lamezia prova ad agguantare la zona play out dopo un avvio di stagione parecchio complicato, mentre lanciato verso zone tranquille adesso è il Roccella, dopo un lungo periodo di crisi. In ripresa il Rende, quattro punti nelle ultime due gare, in cerca di gloria la Palmese, ancora impelagata nella zona pericolo. Giochi, quindi, apertissimi e sarà così fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata.