Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio a 5 Femminile – Royal Lamezia eliminata ai rigori, Carnuccio: “Troppe ingenità”

Calcio a 5 Femminile – Royal Lamezia eliminata ai rigori, Carnuccio: “Troppe ingenità”

La Royal esce solo ai rigori, e dunque da imbattuta dalla Coppa Italia di Pesaro, alla fine di una gara tutta cuore e sacrificio, qualità che la squadra di Carnuccio sa mostrare soprattutto quando è in difficoltà. Ed infatti la partenza della Royal è piena di asperità: evidentemente la squadra risente dell’emozione per il prestigioso evento ed è come bloccata di fronte invece alla Thienese, che invece appare più sciolta e dunque subito in partita.

All’inizio mister Carnuccio schiera Reda in porta, quindi Leone, Fragola, Marrazzo e Linza. Risponde il collega Serandrei con Cogo in porta, poi Dall’Olmo, Carollo, Battistoli, Queiroz.

Nei primi 5 minuti è Reda della Royal ad essere maggiormente impegnata da Pinheiro (che tira da ogni posizione) e Begnoni. Per la Royal solo una sortita di Marrazzo fermata al limite. La prima scossa alla Royal la dà l’ingresso di Loiacono (dopo 12 minuti) per le lametine. Da qui in poi inizia a vedersi una Royal più determinata: ci provano in sequenza Marrazzo, Mirafiore e Loiacono. E si giunge al vantaggio veneto: Dall’Olmo a metà tra un cross ed un tiro trova Battistoli appostata davanti a Reda, palla sfiorata e 1-0. Poco dopo identica azione ma stavolta Reda è attenta. Inizia quindi a scaldare il sinistro Mirafiore, gran tiro e palla di poco fuori, con Linza che non ci arriva in scivolata. Bis di Mirafiore (13’), addirittura col destro, e traversa che ancora trema! Entra anche Imbesi e poco dopo la zampata ancora della Leone (come domenica in campionato), gran rasoterra e pareggio Royal. 1-1. Si risveglia Pinheiro nelle venete, ma Reda è sveglia. La Royal però c’è e va in vantaggio: Fragola per Mirafiore, gioco di prestigio e da posizione impossibile impegna Cogo, sulla ribattuta è letale Loiacono. 2-1 Royal che però è disattenta in difesa ed ad un minuto dal riposo lascia troppa libertà a Ferro che fa 2-2.
Nella ripresa Carnuccio con le novità Mirafiore e Loiacono, assieme a Reda, Leone e Fragola. La partenza è ancora peggiore di quella del primo tempo. Ed infatti in due minuti la squadra lametina becca due gol. Prima Pinheiro salta Fragola e dalla distanza trova il 3-2 con gol all’incrocio. Poi sempre la portoghese su punizione serve Begnoni, sinistro angolato e gol del 4-2. La Royal va in tilt. Reda devia sulla traversa un tiro di Queiroz e poi in angolo su Begnoni. Inizia a svegliarsi la Royal, prima Mirafiore mette di poco a lato, quindi ecco il 3-4 della Royal: Marrazzo accorcia le distanze su bell’assist di Loiacono sottomisura. Intanto Leone esce per infortunio, rientrerà dopo un po’ e Carnuccio prova anche con Bagnato. Ma Thienese mette paura alla Royal e Reda si salva altre due volte coi piedi, fino alla prodezza di Samanta Fragola. L’atleta parte in progressione e fa 4-4 con un delizioso pallonetto. Botta e risposta: prima Pinheiro trova la respinta di Reda, quindi Linza tira addosso a Cogo in uscita. Chi sbaglia paga: ripartenza Begnoni per Battistoli che infila Reda per il 5-4. Ma la Royal non demorde e con gran cuore ecco il pari che porta ai rigori: assist di Fragola e Loiacono di testa fa 5-5. Quindi Reda si salva su Pinheiro a terra e a due secondi dalla fine un evidente fallo su Loiacono della Royal non viene sanzionato, ed avrebbe significato tiro libero per la Royal. Peccato. Si va ai rigori. Decisivo l’errore di Valentina Vezio che manda sul palo. A fine gara mister Carnuccio fa comunque i complimenti alla sua squadra “Sapevamo di incontrare una squadra forte – inizia il mister -, che ha giocato molto bene, e lavorato sulle individualità. Dal canto nostro abbiamo tenuto bene il campo, soprattutto dopo i primi dieci minuti di difficoltà. Nel secondo tempo avevo chiesto alle ragazze un solo tipo di lavoro ma non siamo riuscite a farlo. Ed abbiamo commesso 2-3 ingenuità lasciando loro la possibilità di far gol. Poi è venuto fuori il cuore della Royal, una squadra che non ci sta comunque a perdere, e che ha dimostrato di poter competere con un avversario di caratura superiore, perdendo soltanto ai rigori che purtroppo, si sa, sono una lotteria. In questi casi si dice che vince la squadra che merita, ma quella che perde non demerita”. Era un banco di prova per la crescita della Royal: cosa resta di questa esperienza? “Intanto che la Royal può competere anche a questi livelli. E poi che il valore della Royal e l’autostima deve crescere di più. Abbiamo fatto una bella esperienza, stando in un contesto nazionale, che ci darà sicuramente la spinta per la fase finale del campionato, che lo ricordo non è finito mancando ancora due gare. Anzi – conclude mister Carnuccio – il torneo entra nel vivo adesso, e ripartiamo da questa prestazione”

TABELLINO:
PALA FIERA DI PESARO.

LAMEZIA: Reda, Leone, Fragola, Mirafiore, Linza, Bagnato, Marrazzo, Loiacono, Romola, Imbesi, Vezio, Sirianni. All. Carnuccio
THIENESE: 12 Cogo, 2 Carollo, 3 Begnoni, 4 Dall’Olmo, 5 Ferro, 6 Battistoli, 7 Savegnago, 21 Facino, 9 Queiroz, 10 Pinheiro, 11 Brkan, 23 Sherin. All. Serandrei
Arbitri: Marco Villanova e Antonella Maglietta di Bari. Crono: Giuseppe Ponzano di Termoli
Reti: pt 10’13” Battistoli (T), 13’40” Leone (L), 17’09” Loiacono (L), 18’55” Ferro (T). St 1’24” Pinheiro (T), 3’11” Begnoni (T), 7’15” Marrazzo (L), 13’31” Fragola (L), 15’21” Battistoli (T), 18’28” Loiacono (L).
RIGORI: Mirafiore gol; Quieroz gol; Fragola gol; Ferro gol; Linza gol; Brkan gol; Vezio palo, Begnoni gol.
Note: Ammoniti Pinheiro, Loiacono.