Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Ginnastica Ritmica – Due squadre Restart sui gradini più alti del podio a Catanzaro

Ginnastica Ritmica – Due squadre Restart sui gradini più alti del podio a Catanzaro

Continuano a mietere successi le giovanissime atlete appartenenti alla Restart, la società reggina di ginnastica ritmica guidata dalla prof.ssa Marilena D’Arrigo. Nella gara regionale “sincrogym senza attrezzi”, svoltasi alla palestra Coni di Catanzaro, sono arrivati altri due primi posti ad impreziosire la bacheca del sodalizio ginnico, con tanto di qualificazione alla fase nazionale in programma a Pesaro a fine giugno.

In prima fascia ha trionfato la squadra B (punteggio finale 67,000) composta da Valeria Meduri, Noemi Megale, Antonella Moro, Noemi Bevilacqua e Joanna D’Almazio (assente la febbricitante Sara Meduri), mentre in seconda fascia si è imposta la squadra A (punteggio finale 66,600) formata da Alice Malara, Vanessa Votano, Chiara De Girolamo e Giulia Fasci.

Ogni squadra ha eseguito un esercizio collettivo combinato e due esercizi a coppie a corpo libero, la cui somma dei punteggi ha consentito a entrambe le compagini di essere premiate con il gradino più alto del podio, i complimenti della giuria e, soprattutto, gli scroscianti applausi del pubblico presente, capace di apprezzare l’eleganza, la tecnica, l’espressività e le originali coreografie preparate durante gli allenamenti e messe in pratica in maniera perfetta dalle ginnaste reggine nella pedana del capoluogo calabrese. Alla spedizione in terra catanzarese oltre alla direttrice tecnica Marilena D’Arrigo hanno preso parte anche l’istruttrice Sara Pensabene e una rappresentanza delle allieve senior, a testimonianza del legame profondo che lega tutte le ragazze del team, dalle veterane alle più piccole.

Prossimo appuntamento agonistico nel week end a Fucecchio, in Toscana, dove si svolgeranno i campionati interregionali di specialità zona centro/ovest, centro/est, sud, e dove i colori della Restart saranno difesi dalla bi-campionessa regionale (alla palla e al nastro) Francesca Spanti.