Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Cavese prima, ma il presidente attacca: “Piazza morta, puó fare massimo l’Eccellenza”

Cavese prima, ma il presidente attacca: “Piazza morta, puó fare massimo l’Eccellenza”

Primo…e scontento. Il presidente della Cavese capolista, Mimmo Campitiello, ha attaccato senza mezzi termini la piazza, a suo dire poco calda. “Ho capito che Cava de’ Tirreni è una piazza morta, non quella su cui puntare. Dove sono i 6mila di Milano? Qui si può fare l’Eccellenza, non capisco le pretese e i riferimenti a qualche stagione di serie B, ormai trent’anni fa” queste le parole rilasciate al quotidiano online Metropolis.

Amareggiato e deluso, Campitiello dichiara che non lascerá la societá ma fa capire che il progetto verrá sensibilmente ridimensionato: “Resterò in ogni caso, ma l’anno prossimo formerò una squadra composta da 25 giovani e 5 esperti. Forse qualcuno vuole farmi andare via da Cava, ma deve sapere che la società non sarà regalata a nessuno”. Il rapporto tra la tifoseria e il massimo dirigente dei campani non é sicuramente rose e fiori, nonostante i risultati ottenuti dalla Cavese nella stagione in corso, con la promozione in Lega Pro ampiamente alla portata.