Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Reggio – Pista “Pino Labate”, la Fihp: “A chi l’ha affidata il Comune?”

Reggio – Pista “Pino Labate”, la Fihp: “A chi l’ha affidata il Comune?”

La scrivente Federazione   – si legge una nota del Comitato Regionale FIHP Calabria – per grande rispetto delle Istituzioni si è attenuta, suo malgrado, a quanto deciso dagli organi comunali ed ha nell’immediatezza liberato la pista di pattinaggio, riconsegnando le chiavi al Comune di Reggio Calabria. Gli ultimi accadimenti però, che hanno visto coinvolta la struttura sportiva di Parco Caserta ci obbliga doverosamente a riflettere, a porgere dei quesiti, a pretendere risposte, anche in merito al sopralluogo effettuato ieri dai consiglieri di maggioranza.

Intendiamo conoscere a chi attualmente è affidata la struttura sportiva di Parco Caserta.

È verità che dal 21 di Luglio l’ATI Bocce Verdi /Roma Nuoto ha stipulato una regolare convenzione di affidamento della gestione.

È verità che la convenzione dalla data di stipula prevede sei mesi per la fine dei lavori o recesso della convenzione stessa. È verità che in data 22 Settembre è stata svolta la conferenza stampa di presentazione delle attività con l’annuncio apertura della struttura entro Gennaio 2016.

È verità che la FIHP in data 12 Gennaio ha sgomberato i locali, diventando artatamente la giustificazione del mancato avvio dei lavori.

È verità che dal 12 Gennaio 2016, la struttura è nello stato di più completo abbandono, priva di qualsiasi tipo di manutenzione, priva di  qualsiasi tipo di vigilanza.

È verità che in data 21 Febbraio alcuni vandali hanno “distrutto” i locali del piscina; non sappiamo nulla su eventuali danni in altre strutture.

È verità che, per mancata manutenzione, il forte vento di una settimana fa ha lesionato irreparabilmente i teloni della struttura di pattinaggio.

È verità che causa di tutto ciò sono sicuramente l’incuria e l’abbandono.

A questo punto pretendiamo di sapere di chi siano le responsabilità.

Pretendiamo di sapere a che titolo la terza commissione consiliare, con Presidente di Consiglio in capo, stabilisce con il gestore giorno di inizio lavori ed anche modus operandi?!

Chiediamo il rispetto di quanto formalizzato nel tavolo tecnico del 19 gennaio. Le decisioni prese in quel tavolo sono atti ufficiali e non la passeggiata al Parco per costatare i danni; dire che sono ingenti, stabilire date di inizio lavoro e soprattutto da quale impianto sportivo iniziare.

La mancanza di qualsiasi sensibilità verso il bene pubblico e verso i fruitori dell’impianto di pattinaggio  ci lascia sinceramente basiti.

La città deve sapere a quanto ammontano i danni, se è stata fatta una perizia e soprattutto di chi sia la responsabilità della mancata custodia degli impianti sportivi.

Chi pagherà i danni subiti?

Chiediamo di sapere se codesta Amministrazione comunale intende considerare gli atti vandalici subiti, come ulteriore motivazione per il non rispetto della convenzione stipulata con i gestori e quindi per i nuovi ritardi velatamente pronunciati.

Soprattutto chiediamo chiarezza e trasparenza.

Pretendiamo sapere, da chi e da cosa siamo ostaggio?

Da chi e da cosa la pista di pattinaggio, attualmente perfettamente praticabile, è oggetto di sequestro. Chi ci impedisce di utilizzarla?

Abbiamo già richiesto di visionare il cronoprogramma dei lavori. Non c’è stata data alcuna risposta.

Che l’Amministrazione comunale quindi, con un atto di grande onestà lo renda pubblico e risponda a tutti i quesiti posti.

Il 14 marzo anche la FIHP sarà presente a Parco Caserta all’inizio dei lavori per verificare che quanto stabilito al tavolo tecnico sia rispettato, che i lavori inizieranno dalla pista di pattinaggio “Pino Labate”.

Nel mese di Aprile si dovranno svolgere, su quella pista, i campionati regionali di pattinaggio artistico. Non esiste altra struttura similare che possa ospitarci.

La struttura sportiva è dell’Amministrazione Comunale ma ha l’obbligo statutario, oltre che morale, di renderla fruibile e disponibile per le società sportive e per i cittadini aldilà di qualsiasi convenzione in essere.