Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola Reggio Calabria, Frates: “Futuro? Pensiamo a salvarci”

Basket – Viola Reggio Calabria, Frates: “Futuro? Pensiamo a salvarci”

“Siamo rimasti un po’ male perché venivamo da una bella vittoria e da bei progressi dal punto di vista dell’atteggiamento. Ad Agropoli però abbiamo fatto una partita modesta e questo ci ha deluso molto perché pensavamo di essere sulla strada giusta”. Lo ha detto il coach della Viola Fabrizio Frates ai microfoni di Antenna Febea commentando l’ultima prestazione della squadra. Il coach evidenzia le difficoltà che ha dovuto affrontare il gruppo: “E’ stata una stagione molto travagliata e questo non ha aiutato a consolidare certezze e a dare sicurezze a questa squadra. Vi sono stati molti cambiamenti: di assetto, di organico, di staff. Tante cose che hanno fatto perdere più volte il filo del discorso. Tuttavia, questa è solo una parziale scusante. Il gruppo ha dimostrato di avere alcune lacune di personalità, non ha mai trovato quella compattezza che è invece fondamentale per qualsiasi squadra che voglia avere una stagione positiva specie in un campionato come il nostro dove a fare da padrone sono la determinazione, l’agonismo e la mentalità. Ecco, questa squadra non è mai riuscita a mettere sul campo la mentalità giusta in maniera continuativa, ma solo a sprazzi. Non ha mai dimostrato di avere raggiunto degli equilibri da questo punto di vista”.
Il coach parla anche delle prestazioni di Rullo: “Roberto in questo momento ci sta dando un contributo modesto dal punto di vista realizzativo, ma questo non toglie il fatto che per noi sia un giocatore importantissimo. Abbiamo bisogno della sua presenza in campo. Quello che è importante, e che stiamo cercando di fargli capire, è che nelle giornate in cui non gli viene facile trovare il canestro deve dare un contributo diverso alla squadra, deve motivare e giustificare la sua presenza con tante altre cose che si possono fare in campo e che possono essere positive per la squadra”.
Frates poi commenta i suoi precedenti contatti con la Viola: “Già la prima volta avevo deciso subito di venire a Reggio Calabria. E sarei venuto volentieri. Adesso c’è molto più lavoro da fare. C’è meno tempo, meno disponibilità di poter lavorare in profondità sulla squadra e il mercato è chiuso. Le condizioni sono cambiate e si sono complicate. Ma il fatto di venire in riva allo Stretto perché era un’ipotesi di lavoro interessante e una bella sfida lo era a novembre e lo è stato allo stesso modo quando mi hanno chiamato l’ultima volta”.
Ma quale sarà il futuro del coach? Frates svela che con Condello non si è ancora parlato del prossimo anno: “In questo momento la nostra attenzione è focalizzata unicamente sul fatto di non essere nelle ultime tre squadre e abbiamo solo questo in testa. Per ragionare sul futuro ci sarà tempo a fine stagione. Ci sono mille opportunità, io sono aperto a tutte le valutazioni. In questo momento però la nostra missione è evitare la retrocessione. Dopo ci sarà lo spazio per fare qualsiasi tipo di discorso”. Intanto si pensa al futuro più prossimo: “La squadra ha avuto problemi fisici e ci siamo allenati a ranghi incompleti. La sosta, in questo contesto, è una buona occasione per avere un periodo libero da poter sfruttare. In questo momento dobbiamo fare a meno di Brackins, che é all’estero perché sta per diventare padre ed era umanamente corretto lasciargli la possibilità di vivere questo momento. Rullo è fermo. Dobbins ha ripreso solo oggi. Abbiamo sfruttato al 50 % la possibilità di lavorare con tranquillità questa prima settimana”.