Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Infantino pronto a prendersi la Fifa: “Orgoglioso di essere reggino, voglio tornarci”

Infantino pronto a prendersi la Fifa: “Orgoglioso di essere reggino, voglio tornarci”

Da segretario generale Uefa a numero 1 del calcio mondiale? Questa è la speranza di Gianni Infantino, uno dei candidati alla poltrona della presidenza Fifa e calabrese di nascita. In un’intervista rilasciata a “La Repubblica”, Ha ricordato le proprie radici e fatto una promessa che l’intera Regione sarebbe orgogliosa di poter vedere avverata: “Sono orgoglioso delle mie radici e onorato dell’appoggio della Figc. Sono figlio di immigrati, papà di Reggio Calabria, mamma della Valcamonica. Lei aveva un chiosco per la vendita di giornali e cioccolata. Lui lavorava in ferrovia, nei vagoni letto. A Reggio ho un piccolo appartamento e molti ricordi di mio padre. Conto di tornarci da presidente della Fifa”.

Dopo anni al fianco di Platini, con il quale Infantino dichiara di avere ancora ottimi rapporti, il dirigente italo-svizzero è pronto ad una sfida affascinante quanto complicata: “Il calcio conta troppo per troppe persone al mondo. E’ per loro che dobbiamo rialzarci. La sfida è enorme ma ho esperienza, visione a 360 gradi e non temo i cambiamenti. Voglio fare la differenza. Nessuno, ad esempio, combatte il calcioscommesse come l’Uefa”. ‘Rumors’ e voci di corridoio hanno parlato di un possibile accordo tra Infantino e Al Khalifa, altro candidato alla poltrona della Fifa: “Io a.d. e lui presidente? Assolutamente, non c’è alcun accordo – dichiara Infantino- sono in gara per vincere. Ho riscontri incoraggianti. Non sono il candidato dell’Europa, ma del calcio. Voglio un segretario generale non europeo e una rappresentanza diversificata, competente e qualificata, di tutte le confederazioni continentali”.