Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Calcio a 5 – Royal Team Lamezia vince in rimonta, Team Noci battuto 3-1

Calcio a 5 – Royal Team Lamezia vince in rimonta, Team Noci battuto 3-1

Magnifica rimonta della Royal trascinata da un grande pubblico Una doppietta della bomber Mirafiore al 16° gol stagionale (non segnava da 5 gare) e un eurogol di Linza (10° personale) consegnano alla Royal una vittoria in rimonta, dopo il vantaggio ad inizio ripresa di Gigante per le pugliesi.

E così sono undici le vittorie stagionali per la Royal di patron Mazzocca, trascinata da un pubblico più numeroso e caloroso del solito, valutabile in 800 unità.
Un primo tempo a reti bianche ma con tante occasioni da gol da parte della Royal, e col Noci che invece ha puntato ad una gara di contenimento, con qualche sporadica sortita offensiva.
Mister Carnuccio all’inizio schiera Reda, Leone, Fragola, Mirafiore e Linza. Risponde D’Aprile con Digiorgio, La Fortezza, Tinelli, Corriero e Gigante.

Almeno 4 azioni-gol nei primi nove minuti per la Royal: Fragola (sinistro da due passi, portiere in angolo); Pota (piatto destro a fil di palo); ancora Fragola (tocco morbido e palla a fil di palo) e Mirafiore (incrocio scheggiato con un sinistro forte), fanno pendere la bilancia a favore della Royal.
E il Noci? Ordinato e giudizioso e solo dopo questo monologo lametino, si fa vedere con Sportelli, tiro a lato. Quindi riprende l’assalto continuo della Royal, ancora pericolosa con Linza, Marrazzo e Mirafiore due volte, però tutte imprecise sotto porta. Dal canto suo il Noci in chiusura di tempo ci prova con capitan Tinelli, super l’intervento in angolo di Reda. Si chiude così il primo tempo.

Nella ripresa stessi effettivi, con la sola variazione nella Royal di Pota per Linza. Dopo 3 minuti fendente della solita Mirafiore, di poco a lato. Quindi la doccia gelata per la Royal. Angolo di Tinelli, piattone di Gigante e Reda, forse coperta, vede all’ultimo la sfera che tocca ma non trattiene a fil di palo. 0-1. Dopo un’iniziale fase di frenesia della Royal alla ricerca dell’immediato pareggio, gradualmente la manovra si fa più ragionata grazie alle indicazioni di Carnuccio, che rispolvera Imbesi dalla panchina. Ma un altro brivido per la Royal ancora un po’ frastornata: da una mischia in area spunta un tiro di Corriero deviato, palla sul palo. Da qui in avanti vien fuori il carattere delle lametine, trascinate da Mirafiore, che prima è fermata in uscita da Digiorgio, poi tira a fil palo. Fino al meritato pari: Imbesi si guadagna una punizione in area, batte la Mirafiore che buca difesa e portiere ospiti. 1-1. La Royal carbura a dovere: Linza e Imbesi sfiorano il raddoppio, che trova ancora Mirafiore, stavolta col destro (non il suo piede) dalla distanza. 2-1 e pubblico in visibilio.

Noci non molla, obbliga Reda alla gran parata con Bottalico e con un diagonale a lato di Corriero, Ma ecco il tris della Royal a 4 minuti dalla fine: Linza trova l’eurogol del 3-1 con un esterno delizioso su assist di Leone. Applausi!
Noci in confusione: solo a 40 secondi dalla fine opta per il 5° uomo (Losavio), ma Reda è sveglia allo scadere su tiro in mischia. Finisce col rituale tuffo della Royal sotto le tribune.
In classifica vincono tutte, anche il Bisceglie capolista e il Palermo terzo. Royal ancora seconda a -3 dalle pugliesi.
“La chiave di volta è stato proprio il gol del Noci e lì la partita si è aperta – spiega mister Carnuccio della Royal -, di contro noi abbiamo alzato la pressione, mettendo la gara su grinta e intensità approfittando di un Noci poco lucido, che non riusciva più a trovare quelle soluzioni in uscita del primo tempo. Anche se c’è da fargli i complimenti per la bontà della squadra. Quindi le abbiamo messe alle strette negli ultimi dieci minuti, vincendo con merito e i complimenti li faccio anche alle mie ragazze”. Possibilità di agganciare il primo posto? “Non guardiamo alla vetta, ma a partita dopo partita. La nostra classifica ci fa piacere dandoci autostima, ma se abbassiamo la concentrazione e non lavoriamo sui nostri errori è chiaro che non faremmo queste prestazioni”. Alle viste un altro traguardo prestigioso come le Final Eight… “Ci teniamo, perché i sacrifici le ragazze li hanno fatti, spero ci faremo trovare pronti anche per competere contro squadre importanti, onorando la maglia, la città di Lamezia e questo splendido pubblico – chiude Carnuccio – che ci sostiene con affetto”.

TABELLINO.
LAMEZIA: Reda, Leone, Fragola, Mirafiore, Linza, Pota, Marrazzo, Imbesi. N.e.: Vezio, Romola, Sirianni, Iellamo. All. Carnuccio
NOCI: Digiorgio, La Fortezza, Tinelli, Corriero, Gigante, Bottalico, Fukuda, Sportelli, Losavio. N.e.: Mastronardi, Volpicella, Balestra. All. D’Aprile.
Arbitri: Cefalà di Lamezia Terme e Prisma di Crotone. Crono: Minardi di Cosenza.
RETI: st 4’44” Gigante (N), 11’07” e 13’09” Mirafiore (L), 15’56” Linza (L).