Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – Una delegazione della Tonno Callipo Vibo Valentia a Rogliano per la Special Olympics

Volley – Una delegazione della Tonno Callipo Vibo Valentia a Rogliano per la Special Olympics

Stamattina una delegazione della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, composta dal supervisore generale Michele Ferraro e dagli atleti Davide Marra, Riccardo Pinelli e Luca Presta, ha partecipato alla manifestazione Special Olympics presso l’Istituto Comprensivo di Rogliano (CS)

Special Olympics attraverso l’organizzazione di allenamenti, competizioni atletiche ed eventi sportivi, utilizza lo sport come mezzo per la piena integrazione delle persone con disabilità intellettiva nella società, Fondata nel 1968 da Eunice Kennedy Shriver, sorella di JFK, è una organizzazione riconosciuta dal CIO e in Italia dal CONI e CIP quale Associazione Benemerita. Al momento sono circa 4.000.000 gli atleti Special Olympics in oltre 170 nazioni nel mondo.

La settimana Special Olympics della pallavolo si sta svolgendo per la prima volta in questi giorni (dal 15 al 20 Febbraio). Si tratta di una manifestazione nata dall’esigenza di promuovere questo sport di squadra già molto partecipato in Special Olympics, nelle scuole, con le modalità dello Sport Unificato. Lo sport unificato schiera in campo Atleti con e senza disabilità intellettiva. Uno strumento essenziale per porre le basi di una società più aperta e inclusiva.

Tra le tappe calabresi ecco quella odierna di Rogliano dove ad arricchire il programma c’è stata la presenza della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Nell’impianto sportivo roglianese tante le scolaresche provenienti dai vari comuni della Valle del Savuto e un bagno di folla ha accolto l’arrivo dei tre atleti che hanno portato con sé anche la Del Monte® Coppa Italia Serie A2 conquistata lo scorso 7 febbraio al Forum di Assago. Una festa che ha rallegrato i ragazzi e i bambini affetti da disabilità e che si è incastonata al meglio nel ricco programma della manifestazione che prevedeva tornei di minivolley, percorsi di avviamento alla pratica della pallavolo ed esibizioni. Di seguito, ecco le interviste raccolte:

Michele Ferraro (supervisore generale Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia): “Essere stati oggi a Rogliano è un grandissimo onore, anzi siamo dispiaciuti per non essere riusciti a venire con il presidente Callipo e con tutta la squadra. Siamo abituati a partecipare ad iniziative del genere e siamo veramente felici ed orgogliosi di aver partecipato a questo progetto. Cerchiamo di raccogliere dei fondi perché conosciamo bene il disagio delle famiglie non tanto per quello che vivono oggi, ma per il futuro. Per noi l’impegno sociale rappresenta un fattore importante e da sempre il gruppo Callipo sostiene questa tipologia di iniziative”.

Davide Marra: “Oggi siamo molto contenti. E’ stata una manifestazione molto bella che ha legato lo sport con le iniziative sociali per far crescere in ambienti sani tanti giovani. Ci fa piacere che la Tonno Callipo partecipi a queste manifestazioni di grande rilevanza sociale”.

Riccardo Pinelli e Luca Presta: “Abbiamo ricevuto una bella accoglienza, è stato bello vedere i ragazzi divertirsi giocare a pallavolo. Siamo contenti di far parte di queste iniziative, ci danno modo di farci conoscere e di far vedere anche quello che abbiamo vinto come in questo caso la Coppa Italia. Bello condividere le nostre emozioni con questi ragazzi e con tutta la gente di Calabria”.

Mariella Greco (docente, direttore Special Olympics Team Cosenza): “Special Olympics è un programma di allenamenti che parte soprattutto dalla scuola. Il progetto scuola vuole dimostrare il valore culturale dello sport come strumento riabilitativo, inclusivo e soprattutto come leva sociale. Noi offriamo una serie di programmi di allenamenti per ogni disabilità, ci sono anche i giochi mondiali e in tutto il mondo si condivide questa filosofia”.

Aldo Trecroci (dirigente scolastico Istituto Comprensivo Rogliano): “La scuola ha come obiettivo l’inclusione di tutti i ragazzi. Il concetto di inclusione va al di là dell’integrazione. Nell’inclusione è il contesto che si deve adattare in modo che tutti si sentano parte integrante, la scuola deve favorire lo sviluppo di questo percorso inclusivo”.

Leonildo Russo (docente Istituto Comprensivo Rogliano): “E’ stata una bellissima giornata con un impegno sociale creatosi grazie all’affiatamento creatosi con Vibo Valentia e con la Tonno Callipo. Il concetto di lealtà sportiva è fondamentale e aver visto ragazzi diversamente abili inclusi a tutti gli altri studenti è stato straordinario soprattutto grazie alla presenza della Coppa Italia”.

Nella foto, i ragazzi disabili alzano la Coppa Italia insieme ai giocatori giallorossi