Home / Sport Strillit / BASKET / Viola: seconda sconfitta consecutiva per Frates. Salvezza a rischio?

Viola: seconda sconfitta consecutiva per Frates. Salvezza a rischio?

di Gianni Tripodi – Tutto si complica. Seconda gara in quattro giorni per la Viola di coach Frates e secondo ko dopo quello contro Siena, nella gara decisiva per la salvezza. Al Pala Tiziano di Roma i nero arancio, condizionati dalle assenze, vengono sconfitti dall’Acea (80-73) al termine di un match in grande equilibrio che si decide solo nell’’ultimo quarto. Rotazioni ridotte all’osso con Crosariol buttato nella mischia (4’56”), ma non al meglio e Spinelli rimasto a casa per infortunio, coach Frates è costretto a spremere i suoi, tutto il quintetto iniziale sopra i 30 minuti di utilizzo, 39’ per uno straordinario Brackins da 26 punti con il 52% dal campo, ma non è bastato. La Viola rimane così ferma a quota 16 punti in classifica ed è costretta a rimanere ancora in piena lotta per la salvezza. Con Crosariol non al meglio (botta alla caviglia subita durante l’ultimo allenamento) coach Frates schiera al suo posto Ion Lupusor in quintetto, panchina per Mordente con Rullo titolare assieme ai confermati Adegboye, Dobbins e Brackins. Pronti, via. La difesa degli uomini di Frates costringe Roma al 31% dal campo, Brackins fa la voce grossa sotto canestro con due stoppate consecutive, in attacco invece grande protagonista è il passaporto Dobbins con 9 punti e l’80% dal campo. Roma rimane aggrappata alla partita con i canestri di Callahna e Olasewere, 12-15. Nel secondo quarto si sblocca finalmente Roberto Rullo (0/3) centrando due giochi da tre punti subendo il fallo, il nigeriano Olasewere è incontenibile in penetrazione (14 punti), la gara rimane in grande equilibrio con i nero arancio che non trovano continuità dalla lunga (1/8), ma che riescono a contenere Voskuil, il migliore realizzatore dei padroni di casa (17.8) e si va negli spogliatoi sul 34-33. Dal rientro sul parquet 5-0 di parziale in avvio dei padroni di casa con i canestri di Callahan e Olasewere (21 punti), i cinque punti consecutivi di Adegboye e la tripla di Brackins con il contro parziale di 8-0 per il vantaggio Viola, +2. La gara rimane in grande equilibrio, Lupusor è l’arma in più dei nero arancio con Brackins (12) che prova a caricarsi la squadra sulle spalle, Voskuil e Callahan a colpire dalla lunga per il +5 Roma. Coach Frates rischia Crosariol non al meglio, i padroni di casa riescono nel finale a trovare l’allungo con la tripla di Leonzio, +8, 61-53. Nell’ultimo quarto la stanchezza si fa sentire, Roma riesce a trovare il +12, max vantaggio, sono le due triple consecutive di Brackins a tenere a galla i suoi, 70-64. Olasewere imperversa in area pitturata tenendo a dieci lunghezze di vantaggio Roma a 2’43” dal termine. I padroni di casa gestiscono saggiamente palla, il tempo scorre, la schiacciata di Olasewere (28 punti) sembra voler chiudere definitivamente i conti, Brackins (26 punti) è l’ultimo ad arrendersi, ma non basta, finisce 80-73. Prossimo turno domenica 21 si torna sul parquet del Pala Calafiore per affrontare Trapani.
Serie A2 2015/2016 girone Ovest – 22° Giornata
Acea Roma – Bermè Viola Reggio Calabria 80-73
Parziali: 12-15, 34-33, 61-53, 80-73
Arbitri: Francesco Terranova di Ferrara (FE), Alessandro Tirozzi di Bologna (BO) e Alessandro Pilati di Zanè (VI)
Acea Roma: Olasewere 28, Meini 2, Maresca 11, Callahan 18, Voskuil 9, Flamini 2, Leonzio 3, Benetti 1, Casagrande ne, Bonfiglio 6
Coach: Attilio Caja
Bermè Viola Reggio Calabria: Lupusor 9, Adegboye 15, Rullo 8, Brackins 26, Dobbins 15, Costa, Mordente, Pandolfi ne, Sindoni ne, Crosariol,
Coach: Fabrizio Frates

LA GARA: Dopo il canestro iniziale di Brackins, i padroni di casa si portano a condurre il match, 7-0 di parziale con i canestri di Maresca, Olasewere e Voskuil, 7-2 a 7’03” dal termine. Con il passare dei minuti i nero arancio riescono a ritrovare la via del canestro, essenziali i 5 punti consecutivi di un propositivo Dobbins, ancora Olasewere a colpire da sotto e arrivano i primi punti anche per Lupusor per il 9-9. La Viola prende fiducia guidata da Dobbins e si porta avanti di quattro lunghezze, la difesa nero arancio è attenta, Brackins stoppa Maresca, la tripla senza ritmo di Callahan vale il -1 Roma. Al Pala Tiziano è Dobbins show, altri due punti per il passaportato, già a quota 9, a tenere avanti i suoi, seconda stoppata di Brackins, stavolta su Callahan, 12-15. Nella seconda frazione di gioco è Voskuil ad impattare con la tripla, primi punti per Rullo (0/3) con il gioco da tre punti centrato, gara in equilibrio con Roma che prova a romperlo con quattro punti consecutivi del nigeriano Olasewere. Primo cambio per Frates con Costa, secondo gioco da tre punti realizzato da Rullo ormai sbloccatosi, palla persa di Brackins e Meini segna facile, timeout Frates sul 23-21. Parziale di 4-0 firmato Dobbins – Brackins e controsorpasso dei nero arancio, dentro anche Mordente. Buon impatto sul match del giovanissimo Lupusor, Brackins continua a fare la voce grossa sotto canestro, terza stoppata e canestro realizzato in contropiede, 28-31, +3. Roma si affida alle penetrazioni di un incontenibile Olasewere (14 punti), il canestro alo scadere di Dobbins per il 34-33, -1 e si va negli spogliatoi. Dal rientro sul parquet parziale di 5-0 per i padroni di casa con Callahan e Olasewere, contro parziale di Adegboye (5 punti consecutivi) e Brackins (tripla), 8-0 Viola per il 39-41. Roma si affida al “solito” Olasewere, Brackins con la seconda tripla consecutiva prova a caricarsi la squadra sulle spalle, 42-44. Nero arancio reattivi a rimbalzo, Lupusor è l’armai in più, i padroni di casa si rifanno sotto pericolosamente riportando avanti, Voskuil colpisce dalla lunga per il 55-50, +5. Entra sul parquet Crosariol, ma i padroni di casa allungano ulteriormente, +8, la tripla di Brackins è puro ossigeno, la tripla di Leonzio nel finale per il 61-53. Nell’ultimo quarto Adegboye a ridurre il gap, ma Bonfiglio regala ai suoi il massimo vantaggio, +12 a 7’52” dal termine, la stanchezza si fa sentire per Mordente e compagni, timeout Frates. I nero arancio non riescono ad infilare la retina, due palle perse consecutive con Rullo, è Brackins con due triple consecutive ad accorciare, 70-64. Olasewere imperversa in area pitturata tenendo a dieci lunghezze di vantaggio Roma a 2’43” dal termine. I padroni di casa gestiscono saggiamente palla, il tempo scorre, finisce 80-73, seconda sconfitta consecutiva per la Viola di Frates.