Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Viola, a Roma la partita della verità. In campo alle 17.30

Basket – Viola, a Roma la partita della verità. In campo alle 17.30

di Vittorio Massa – Per la Viola è la settimana della verità. Dopo l’amara sconfitta dopo un over time contro Siena, i neroarancio torneranno subito in campo per l’impegno infrasettimanale contro l’Acea Roma. Poche le ore in palestra a disposizione di Fabrizio Frates per inculcare ancora di più il suo “credo cestistico” alla sua nuova squadra. Il coach milanese ha sicuramente nel “tempo” il suo nemico principale, iniziando la sua avventura in riva allo stretto con ben tre impegni settimanali.

Qualche novità però già si è vista. Seppur con percentuali da brividi la Viola vista con Siena ha tirato nettamente di più dall’arco rispetto alle medie stagionali, dato che potrebbe essere interessante in vista del match contro una Roma che fa della difesa a zona una delle sue caratteristiche. Nuovo è anche il ruolo di Marco Mordente, passato da rincalzo ad ala piccola titolare con un minutaggio superiore ai trenta minuti. Frates dovrà valutare inoltre le condizioni di Valerio Spinelli ancora contuso dopo la partita di domenica e punterà molto sulla voglia di riscatto di Roberto Rullo, reduce dalla peggiore partita stagionale.
Di fronte c’è Roma che, dopo l’incredibile 0-6 iniziale, è rinata sotto la cura di Atillio Caja e adesso guida addirittura il gruppo delle squadre in corsa per la salvezza. Nell’ultimo turno l’Acea ha asfaltato Agropoli con il largo punteggio di 93-55. Gli occhi della difesa reggina saranno sicuramente su Adam Voskuil, mortifero tiratore che all’andata incantò il PalaPentimele con 36 punti a referto. Con lui ci saranno Meini in regia, l’esperto Maresca, e il duo di americani Olasewere e Callahan.
Per entrambe è un match importante. Un successo vorrebbe dire aumentare le speranze di salvezza diretta, una sconfitta, specialmente in casa Viola, proietterebbe i reggini verso la quasi sicura partecipazione ai play out. Tatticamente è una sfida aperta a mille interpretazioni. Caja all’andata sorprese tutti affidandosi per quaranta minuti alla zona “2-3”, difficile da ripetere con una Viola ben diversa. Frates invece potrebbe focalizzare il gioco sulla coppia Crosariol-Brackins sfidando un reparto lunghi romano tutt’altro che imbattibile. Palla a due alle 17.30.