Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Calcio a 5 serie A – Lo Sporting Locri cade in casa. Non basta la doppietta di Lioba

Calcio a 5 serie A – Lo Sporting Locri cade in casa. Non basta la doppietta di Lioba

Sporting Locri – Città di Falconara: 2-5 (pt. 1-1)

Marcatori: 5’59 pt 8’39, 15’04 st Domenichetti (CF), 11’37 pt, 17’53 st Lioba (SL) 16’23 18’26 st Mencaccini (CF)

Sporting Locri: 1) Liuzzo 3) Soto 10) Borello 7) De La Vega Beita 9) Sabatino A disposizione: 19) Ierardi 15) Mezzatesta 16) Lioba 11) Rovito 8) Marino 23) Modestia All: Sansotta
Città di Falconara: 1) Acciaresi 6) Mencaccini 9) Magnanti 10) Luciani 14) Domenichetti A disposizione: 4) Tavoloni 7) Lametti 13) Romagnoli 11) Zambonelli 23) Catena All: Battistini
Ammoniti: nessuno

E’una sconfitta pesante nel punteggio quella rimediata dalle ragazze dello Sporting Locri, che si sono dovute arrendere a un Falconara cinico e ben messo in campo dal suo allenatore. Una vittoria tutto sommato meritata per le Citizen apparse sin da subito compatte e concentrate, determinate a portare a casa punti pesanti.
Meglio nel primo tempo lo Sporting Locri, che è venuto a mancare soprattutto nella seconda parte della seconda frazione, quando poi, effettivamente le marchigiane hanno preso il largo chiudendo la gara.
Partono meglio le ospiti che passano in vantaggio dopo 6 minuti, con Giulia Domenichetti stella delle Citizen, già nazionale femminile di calcio a 11, e che oggi in campo oltre alle tre reti realizzate è stata l’anima della sua squadra.
Sotto di una rete si sveglia lo Sporting che con la solita Lioba riesce a rendersi pericoloso in più di un’occasione. Ma il Falconara, squadra solida, fa muro davanti al suo portiere riuscendosi a difendere con ottimi risultati.
Il gol del pari arriva comunque, e nasce dal genio spagnolo di Lioba e Beita; le due si cercano, si trovano, e riescono a trasformare in rete il lodevole scambio tutto di prima di cui si sono rese protagoniste.
Il primo tempo si chiude con il rientro di Federica Marino, dopo tre mesi di inattività. Un’atleta che se recuperata al 100% potrebbe essere fondamentale per il proseguio del campionato. Negli ultimi due minuti, due ottime parate dell’estremo marchgiano Acciarelli, veramente imbattibile da fuori, brava a chiudere prima su Beita e poi su Sara Borello.
La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo, con il Falconara che si affaccia spesso dalle parti dell’area amaranto. Spettacolare, al quarto, il salvataggio sulla linea di Lioba che con una splendida rovesciata evita che il pallone varchi la linea di porta. E’ solo il preludio del nuovo vantaggio ospite che arriva quattro minuti dopo, grazie ad una bella combinazione Catena Domenichetti con tocco vincente di punta della azzurra. Sono passati 28 minuti, tutto sommato giocati alla pari, ma questa rete di fatto chiude la gara. Infatti da lì a poco arriverà anche la terza rete marchigiana causata da un grossolano errore difensivo, che mette la Domenichetti nelle condizioni di segnare il gol che vale la tripletta personale.
Negli ultimi cinque minuti Sansotta prova con la Soto portiere di movimento, ma la mossa non produce gli effetti sperati visto che, da lì a poco, il Falconara si porterà sul 4-1 grazie ad una punizione a due, battuta in rete da Martina Mencaccini. C’è ancora tempo per il 2-4 firmato da Lioba, che realizza grazie anche a una deviazione di Rossana Rovito, e per il 5-2 finale siglato ancora da Martina Mencaccini.
Serviva un po’ di cattiveria in più per battere una squadra che ha giocato la partita perfetta, che ha saputo fare gruppo e chiudere tutti gli spazi. Una squadra giunta a Locri determinata a non tornare a casa a mani vuote, e che è riuscita perfettamente nel suo intento.
Ora bisogna mettere da parte questa gara prima possibile, ripartire dagli errori commessi per arrivare pronti alla prossima sfida, quella di domenica prossima contro il Portos a San Benedetto del Tronto, con un solo imperativo “vietato sbagliare”.