Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Arti Marziali – I Krotoniati conquistano anche Roma

Arti Marziali – I Krotoniati conquistano anche Roma

Domenica 7 Febbraio il Team dei Krotoniati dell’insegnante Antonio Parrotta ha gareggiato a Roma per rappresentare la Calabria al campionato Italiano di MMA , K1 , Thai e Kick Boxing .

Più di 20 incontri tra semi pro e pro di varie discipline, 6 titoli Italiani di MMA di categoria .

Tre sono stati i Krotoniati che hanno rappresentato la nostra regione con l’appoggio ed il sostegno del campione Calabrese di MMA Miceli Daniele unico rappresentante nel sud Italia di MMA che ha garantito al Team crotonese un fondamentale sostegno tecnico.

Emanuele Mazzei, non nuovo a tali imprese, la giovanissima Ilaria Leto di soli 11 anni e Simone Astorino si sono cimentati sul ring del palazzotto dello sport nella capitale.

Mazzei si è imposto con classe facendo il salto di qualità che il proprio allenatore si aspettava. Una grande prestazione soprattutto contro il Rumeno nazionalizzato Italiano Albu Bogdan, avversario temibile e con grande esperienza agonistica.

L’adolescente Ilaria Leto ha confermato il suo enorme potenziale stravincendo alla prima ripresa contro un’avversaria di due anni più grande e con maggior esperienza in manifestazioni di tale spessore.

Simone Astorino, all’esordio nel contatto pieno classe N, non ha potuto sfoggiare le sue qualità per il ritiro del suo avversario poco prima di salire sul ring .

Molto soddisfatti e fieri delle prestazioni sia il Maestro Rappresentante Calabrese Antonio Parrotta che il Campione Miceli che hanno visto concretizzarsi gli sforzi profusi dai loro atleti in soli 2 anni di attività. Vincere un Campionato Italiano è un’impresa da rimarcare

La scuola Guardia Krotoniate vanta in tutta la Calabria il numero maggiore di atleti agonisti, ben 22, in varie discipline difficili ed impegnative come MMA , GRappling , Thai , Kick. Ma anche il vivaio è di prim’ordine grazie alla presenza di ragazzi e ragazze di giovanissima età, 6/7/8 anni, che completano un’organico di prim’ordine

Da sottolineare il lungo abbraccio della piccola Ilaria Leto “all’avversaria” alla fine del match, dimostrando grande umanità oltre che classe da vendere. Gesto apprezzato dal numerosissimo pubblico presente e dagli allenatori di tutte le squadre tanto da ricevere un lungo applauso, segno tangibile di quanto sia importante l’insegnamento dei valori di rispetto e correttezza verso gli avversari che vengono tenuti in alta considerazione nella squadra di Mister Parrotta.

Prossimo appuntamento agonistico il 28 febbraio a Catanzaro o Messina dove tutta la rappresentanza Calabrese dovrebbe disputare un altro impegnativo evento.