Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, serie C femminile – La Metal Carpenteria Crotone riparte con nuovi obiettivi

Volley, serie C femminile – La Metal Carpenteria Crotone riparte con nuovi obiettivi

Fine gennaio resta sempre una meta da cui si riparte con nuovi obiettivi dopo aver fatto il punto della situazione ed un bilancio di metà percorso, per questo ne parliamo con mister Piero Asteriti che muove le fila non solo dello staff tecnico della Metal Carpenteria da un ventennio per cui conosce bene il polso della situazione. 

Mister Asteriti: iniziamo a dire che il campionato di serie C ci vede in netta ripresa dopo un periodo alquanto negativo che ci ha visto giocare quasi mai a formazione completa e nonostante tutto abbiamo fatto anche delle belle prestazioni non coincise con le vittorie, queste situazioni si sono ripercosse sullo stato emotivo delle ragazze che hanno pagato dazio, fino a quando la condizione fisica e tecnica non è cresciuta e con loro il morale e sono arrivate le vittorie anche contro squadre che in classifica stavano meglio di noi, facendoci fare un balzo in classifica dal 14° posto al 7. Da queste 3 vittorie consecutive ripartiamo con il morale alto per cercare di mettere in cascine altro fiele e toglierci qualche soddisfazione nel girone di ritorno, magari già a Villa San Giovanni contro una big di questo campionato. 

Vorrei sottolineare che la Metal Carpenteria Crotone non è solo la serie C (seppur resta la squadra di punta), ma include altre 14 ragazze che disputano il campionato di 1° Divisione quasi tutte under 16 e altre 14 ragazze che disputano il campionato di 2° divisione, quasi tutte under 13, inoltre si prende parte a tutti i campionati giovanili dove da anni ben figuriamo non solo a livello regionale (vedi lo scorso anno con 3 finali regionali e un titolo vinto); dove ogni squadra è composta da 10/12 atlete che provengono dai metodi di selezione che si operano all’interno dei centri sportivi affiliati alla Pallavolo Crotone, disputando ogni anno circa 120/140 partite ufficiali e tutto questo ha portato per la prima volta la società a fregiarsi del Marchio di qualità argento per il settore giovanile oltre alla conferma del titolo di Scuola Federale di Pallavolo, ovviamente il Marchio è stato dato alla società anche per l’organizzazione e la qualità dei suoi staff  (medici, tecnici, dirigenziali) e per i progetti svolti in città che coinvolgono un migliaio di giovanissime ad ogni stagione.

Il premio del grande lavoro svolto negli anni è stato raccolto a giugno 2015 quando la Federazione ha scelto Crotone e la Pallavolo Crotone come sede per disputare le Finali Nazionali Under 18 Femminili, un evento che ha richiamato 28 club da tutta Italia, 500 atleti e 1500 persone al seguito delle squadre che hanno soggiornato nella nostra Città per 7 giorni mettendo alla ribalta nazionale la città di Crotone, così come il Torneo di Beach Volley di Casarossache a luglio ha richiamato ben 32 coppie di ottimo livello tecnico, provenienti da Tutta Italia. Entrambe la manifestazioni ci hanno fatto pensare subito a mettere in programma anche per il 2016 due eventi a cui stiamo lavorando, uno collegato all’indoor ed uno al Beach Volley che richiameranno come sempre migliaia di partecipanti e porteranno il nome della città di Crotone magari anche fuori i confini nazionali.   

Una società come la Pallavolo Crotone, guidata da un Presidente Giovanni Capocasale da 30 anni, ormai ben radicata sul territorio e con una prima squadra in serie C da traino è pronta a fare il salto verso palcoscenici nazionali, questo lo posso affermare con orgoglio ma anche con coscienza, in città non si parla d’altro che di pallavolo (ovviamente dopo il calcio), al Palakrò in occasione della gare casalinghe abbiamo il pubblico più numeroso anche di squadre di serie B, ed in trasferta spesso superiamo i pubblico locale, le Azienda ci sostengono e ancora di più ci seguono, basta vedere l’ultima idea vincente del settore marketing che ha voluto in panchina uno sponsor a rotazione creando entusiasmo e facendo toccare con mano la passione delle ragazze e l’agonismo che viene messo in campo pur di vincere, per cui la serie B è un obbiettivo che deve restare nel breve termine, senza per questo dare per scontato che sia facile, in quanto il progetto tecnico così come è strutturato va bene, dobbiamo solo alzare l’asticella e provare a fare una campionato nazionale (da traino), uno regionale (under 18) ed uno provinciale (under 14), questo sarà possibile grazie all’impegno di tutti, Sponsor, Politici, Famiglie, Scuole, al resto ci penseremo noi Allenatori e Dirigenti a fare il modo che Crotone possa decollare nella Pallavolo.