Home / Sport Strillit / BASKET / Basket – Vis società ambiziosa. La serie B, il Botteghelle, la cittadella dello sport

Basket – Vis società ambiziosa. La serie B, il Botteghelle, la cittadella dello sport

Ambizione sportiva, entusiasmo, professionalità e progettualità. Componenti essenziali per una società e che si ritrovano nella giovane Vis Reggio Calabria, fondata nel 2006 da Luigi Di Bernardo, oggi direttore generale del sodalizio bianco-amaranto. Una Vis che sul campo punta dritta alla conquista della serie B di basket e parallelamente volge lo sguardo al futuro dal punto di vista progettuale e programmatico, puntando dritto verso obiettivi ambiziosi. Si inquadra in questo contesto la conferenza stampa di questa mattina presso Confcommercio, tema dell’incontro la presentazione del progetto Palabotteghelle-Vis. L’idea di modernizzare la struttura, trasformarla in un centro multifunzionale, dai contenuti sportivi e sociali. La costruzione di una cittadella dello sport, in una zona strategica della città per densità abitativa, collegamenti stradali, area parcheggio. “Cresce il mondo Vis, ci dice il direttore Luigi Di Bernardo. Un progetto ambizioso, si viaggia insieme tra obiettivi sportivi, sociali e commerciali. Vogliamo rendere il Botteghelle multifunzionale.

progetto botteghellevis botteghelle commercialeL’allestimento di altri campi da gioco, nuove tribune con una capienza che arriverà a circa 2500 posti, estendibile a 3500 in occasione degli eventi. Perchè è nostro obiettivo portare al Botteghelle concerti, spettacoli teatrali, manifestazioni di ogni genere. Lo faremo a spese nostre, sappiamo che sarà un enorme sacrificio, ma l’idea di trasformare quell’area in una cittadella dello sport e non solo, ci spinge ad andare avanti. In questo percorso il nostro progetto avrà il supporto di un personaggio di grandissimo spessore come Santo Versace, il quale ha già dato la sua disponibilità”. Una struttura che oggi è come una grande scatola e che l’architetto capo Fabio Villani Conti intende stravolgere senza l’abbattimento della stessa ma con interventi mirati al suo miglioramento: “Il progetto prevede di offrire alla città una nuova rivalutazione dell’architettura contemporanea. Non un semplice polo sportivo, ma struttura polivalente. E’ previsto un corpo centrale, quello appunto rappresentato dall’attuale Palabotteghelle, affiancato da altri due, uno ricadente su viale Messina con specifica proprietà commerciale, l’altro sul retro come parco tematico. Quattro grandi fari luminosi sulla sommità del tetto che proietteranno idealmente questa nuova architettura alla città. Da ogni parte si potrà ammirare questo grande fascio di luce che ne individuerà la struttura”.