Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley – La Tonno Callipo si gode i suoi gioielli Made in Calabria

Volley – La Tonno Callipo si gode i suoi gioielli Made in Calabria

In casa Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia è ancora forte e tangibile l’entusiasmo scaturito dalla vittoria di domenica scorsa contro Potenza Picena. La squadra, sotto le attente direttive di coach Mastrangelo, del suo secondo Valentini e dell’intero staff tecnico, ha ripreso la preparazione in vista dell’importantissima partita di giovedì sera, ore 20:30 al Pala Valentia, contro l’Emma Villas Siena, match valevole per la semifinale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2. Tuttavia, la mente non può che tornare al match contro i marchigiani che ha visto tra gli assoluti protagonisti il giovane centrale Graziano Maccarone, classe 1996, all’esordio assoluto in Serie A2. L’atleta giallorosso è solo l’ultimo di una schiera di “tonnetti” cresciuti nel florido settore giovanile della Tonno Callipo capace negli anni di sfornare giocatori in grado di poter ambire a giocare in prima squadra e di ben figurare nel palcoscenico della Serie A. In questa stagione sono ben cinque gli atleti calabresi facenti parte del roster di Serie A2 e cresciuti nel vivaio giallorosso. Tre di loro, Ferraro, Maccarone e Sardanelli, sono vibonesi doc, mentre Presta e Corrado provengono, rispettivamente, da Belvedere Marittimo (CS) e da Crotone. Luca Presta è ormai, nonostante abbia soli vent’anni, un giocatore maturo per la categoria, messosi in luce lo scorso anno con un campionato giocato ad altissimi livelli e concluso come miglior centrale della Serie A2. Quest’anno il centralone giallorosso sta proseguendo sulla medesima scia e dopo 17 giornate di campionato è lì ancora in testa alla speciale classifica di rendimento dei centrali. Simone Sardanelli è al terzo anno consecutivo in prima squadra: la prima stagione in Serie A1 alle spalle di un libero come Farina, l’anno scorso dietro a Cesarini con una seconda parte di stagione che lo ha visto grande protagonista in allenamento e in partita. Per lui domenica spazio nel ruolo di schiacciatore nella rotazione Under con Maccarone che lo ha visto protagonista al servizio. Su Maccarone si è già detto: alla prima partita in Serie A, e da titolare, ha sfornato una prestazione magistrale con 8 punti realizzati, di cui 4 a muro. L’esordio per Raffaele Ferraro è invece già arrivato alla seconda di campionato sul campo della Maury’s Italia Assicurazioni Tuscania. Soddisfazioni arrivano anche da Francesco Corrado che ha realizzato il suo primo punto in Serie A contro Cantù e che sorride per la recente convocazione nella Nazionale Under 20 di coach Michele Totire. Il tecnico azzurro ha convocato l’atleta della Tonno Callipo, insieme ad altri tredici atleti, per una “tre giorni” di lavoro, dal 29 al 31 gennaio, che si svolgerà al Centro Sportivo Giulio Onesti di Roma.

Tonino Chirumbolo, responsabile tecnico del settore giovanile della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia esprime tutta la propria soddisfazione in merito ai risultati raggiunti dai suoi ragazzi:

Quella di domenica, per noi tecnici, rappresenta quelle classiche giornate che lasciano il segno; ed, infatti, l’esordio assoluto di Graziano Maccarone, classe 1996, riempie di gioia me e tutto lo staff tecnico della società che vede così premiati gli sforzi che svolge nel campo del settore giovanile; se poi aggiungiamo la convocazione di Francesco Corrado nell’Under 20 nazionale, cosa vogliamo di più?
Sono ben cinque i ragazzi in prima squadra dei quali tre lo scorso anno militavano in serie C – ha affermato il tecnico giallorosso – segno questo del grande lavoro che tutti insieme svolgiamo grazie, soprattutto, ad una società che non ci fa mancare nulla sotto tutti i punti di vista; all’inizio il dubbio sulla presenza così massiccia di giovani in prima squadra aveva destato qualche perplessità ma devo dire che da subito si sono integrati a meraviglia, aiutati anche dai più anziani, e sono sicuro che se chiamati in causa non deluderanno le attese così come ha fatto domenica Maccarone.
Posso dichiarare senza smentita che altri atleti sono pronti per compiere nei prossimi due anni il grande salto e spero che ciò serva da esempio ai tanti giovani calabresi che praticano pallavolo o si accingono a praticarla. Anche nella nostra regione – ha concluso Chirumbolo – si può arrivare in alto!”