Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Vutov illude il Cosenza su rigore. Nel finale il Catania pareggia con Plasmati

Vutov illude il Cosenza su rigore. Nel finale il Catania pareggia con Plasmati

di Valter Leone – Pari in tutto tra Cosenza e Catania. Al rigore di Vuto risponde Plasmati nel finale, forse nel momento mnigliore dle Cosenza tra l’altro in quel momento con l’uomo in più. Ma il Catania, al tero pareggio di fila, non ruba nulla. Nonostante le vibranti proteste di Roselli che vieen espulso. Rosso anche per Tedeschi nel finale, doppia ammonizione.

Nessuna sorpresa: Roselli conferma le indiscrezioni della vigilia e lancia Vutov dal primo minuto. Si tratta dell’unica novità rispetto alla formazione che aveva cominciato il nuovo anno con la vittoria di Ischia. Novità, e che novità, tra gli etnei: per la prima volta schiera Plasmati dall’inizio; in panchina Calderini, che tra il popolo rossoblu ha lasciato un ottimo ricordo. Nonostante il freddo, la partita si scalda subito: diagonale largo di Falcone e girata di Vutov in area murata da Pelagatti, tutto in due minuti. Situazione simile che si ripete attorno al 13′: prima Fiordilino penetra in area con un paio di dribbling, la risposta siciliana affidata ancora a Falcone, innescato da Musacci, e stavolta il diagonale è molto più preciuso tant’è che sfiora il palo dalla destra di Perina praticamente battuto. Al 17′ il Cosenza turbo Statella si invola sulla sinistra, cross e tocco di testa da parte di Vutov che fa la sponda per Arrighini tutto solo ma Liverani chiude lo specchio e devia in angolo. Il Cosenza perde il suo uomo migliore, almeno fino al quel momento: Statella si fa male alla coscia sinistra e viene sostituito da Pinna. Al 37′ un tiro a giro firmato Di Cecco che si perde oltre la traversa.

A inizio ripresa nel Catania entra Ferrario per Bergamelli, pure i suoi muscoli vittima del freddo. Al 6′ Blondett prende palla sulla trequarti, scambio con Vutov ed entra in area ma al momento della conclusione viene stoppato da Nunzella. Ancora Cosenza con cross di Criaco deviato da Pelagatti che sfiora l’autogol. A sinistra magia di Vutov il quale serve Pinna ma il cross finisce nella mani di Liverani sul primo palo. La partita prosegue sulla falsariga del primo tempo, così al 13′ sul filo del fuorigioco Calil chiama alla parata Perina da due passi. Però il Cosenza è in serata e Vutov se ne va in contropiede costringendo Pelagatti al fallo in area: espulsione e rigore che lo stesso giovane bulgaro trasforma. Sul dischetto si era presentato Ciancio dopo un diverbio con Corsi ma dalla panchina con il vice De Angelis nche chiama Arrigoni e dà indicazioni per la battuta. Vutov, appunto. La risposta etnea un tiro di Di Cecco al lato, su assist del solito Falcone. All’improvviso il pari: girata dal limite di Plasmati su assit di Calil.Poi la super parata di Perina sul colpo di testa del brasiliano nel finale: sarebbe stata una beffa.

COSENZA 1

CATANIA 1

MARCATORI Vutov (Co) su rigore al 16′, Plasmati (Ca) al 38′ s.t.

COSENZA (4-4-2) Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, Ciancio; Criaco (dal 35′ s.t. Guerriera), Arrigoni, Fiordilino, Statella (dal 33′ s. t. Pinna); Arrighini, Vutov (dal 31′ s.t. Cavallaro). In panchina: Saracco, Soprano, Minardi, La Mantia, Raimondi, Ventre. Allenatore: Roselli.

CATANIA (4-3-3) Liverani; Garufo, Pelagatti, Bergamelli (dal 1′ s.t. Ferrario), Nunzella; Agazzi, Musacci (dal 18′ s.t. Bastrini), Di Cecco; Falcone (dal 34′ s.t. Calderini), Plasmati, Calil. In panchina: Bastianoni, Bacchetti, Castiglia, Scarsella, Pessina, Barisic, Rossetti, Ficara. Allenatore: Pancaro.

ARBITRO Baroni di Firenze

NOTE paganti 2.776, abbonati 420, incasso di 29.613 euro. Espulsi Pelagatti al 15′ s.t., l’allenatore Roselli al 39′ s.t., Tedeschi al 46′ s.t.; ammoniti Falcone, Agazzi. Angoli 4-3 (p.t. 2-3). Recupero: p.t 1′; s.t. 3′.