Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Nuoto – Grand Prix Calabria, meritato secondo posto per la Lacinia Nuoto

Nuoto – Grand Prix Calabria, meritato secondo posto per la Lacinia Nuoto

Una strepitosa LACINIA NUOTO conquista un meritatissimo secondo posto al primo Gran Prix

Calabria tenutosi nella giornata di lunedì nella piscina comunale di Catanzaro. Un grandissimo

successo per lo squadrone crotonese che ha raccolto ben 38 medaglie di cui 24 d’oro, 9 argento e 5

bronzo. A completare l’eccellente prestazione dello squadrone crotonese il conseguimento di ben

sette nuovi Record Regionali. Nella vasca del capoluogo ben 193 partecipanti in rappresentanza di

13 società provenienti da tutta la Calabria ed anche da fuori regione.

Una kermesse molto partecipata e con riscontri cronometrici interessanti soprattutto da parte degli

atleti crotonesi della Lacinia Nuoto in grande evidenza. Una squadra oramai competitiva, costituita

da nuotatori proiettati verso traguardi che vanno ben oltre i confini regionali. Un esempio tra tutti

Salvatore Sinopoli che, nei 200 misti Master 65, ha sfiorato il Record Italiano della categoria per

solo un secondo e trenta. Una grandissima performance per un atleta che da anni viaggia ai vertici

delle classifiche nazionali e che tutt’ora può vantare il Record Italiano dei 50 farfalla. Anche

Daniele Paonessa, M65, ha espresso le sue qualità indiscusse nella specialità dei 200 sl dove è

tutt’ora il più forte d’Italia avendo conquistato solo pochi mesi fa il Titolo di Campione d’Italia.

Anche per Paonessa due primati regionali nei 200 sl e 400 sl. Ma in generale sono molteplici le

affermazioni dei nuotatori Lacinia. Mario Riolo, M50, ha conquistato un bronzo nei 200 sl ed un

quarto posto nei 400 sl, Paonessa ha vinto sia i 400 che i 200 sl, con Record Regionale, il senatore

Antonio Pignata M75, oro nei 400 e 200 sl, Giorgio Tutone primo nei 100 farfalla e quarto nei 50

sl, Adolfo Scicchitato ha raccolto un primo ed un secondo posto rispettivamente nei 100 e 50 dorso,

Francesco Garofalo M60, primo sia nei 100 rana che nei 100 misti, la figlia Agnese M30 ha

conquistato un oro nei 200 sl ed un argento nei 50 sl. Ottima la prestazione di Gabriella Calvo M55

che ha raccolto un argento nei 50 sl ed un bronzo nei 50 rana.

All’esordio Antonio Federico M30 a ridosso del podio nei 100 sl. Giuseppe Mannarino M35, ha

vinto l’argento nei 50 sl. Paolo Filippelli ha raccolto un oro nei 50 sl ed un argento nei 50 delfino.

Pierfrancesco Alampi si è superato nei 100 sl, Nuovo Primato Regionale, e 50 sl con due vittorie,

Felice Amideo M50 ha vinto i 50 sl, Marco De Meo ha conquistato l’oro nei 50 rana mentre

Gennaro Adamo M55 ha raccolto un argento nei 50 dorso. Ottima anche la prestazione di Paolo

Ferrara M70 che ha conquistato due medaglie. Una d’oro nei 100 sl ed una d’argento neri 50 sl così

come Nicola Messina M55, primo nei 200 Mx e secondo nei 200 sl. Salvatore Sinopoli ha, come

sempre, imposto la sua classe vincendo sia i 50 dorso che i 200 misti, conquistando due Record

Regionali ma soprattutto, come già evidenziato prima, avvicinandosi al Record Italiano dei 200

misti. Luca Vrenna M35 ha regolato gli avversari nei 200 sl e 400 mx con due vittorie. Stessa cosa

che Antonio Rodio M45 sia nei 200 dorso che 200 sl. con altrettanti Nuovi Record Regionali.

All’esordio la Master 35 Manuela Cardone che ha disputato i 100 e 200 sl con due primi posti

mentre Francesca Alosa M35 ha vinto i 50 rana e conquistato l’argento nei 100 sl. Nicola Perrone

M40 ha raccolto due medaglie di bronzo sia nei 50 rana e 100 sl. Un altro esordiente di lusso,

Camillo Camera M60, ha centrato l’argento nei 200 sl. Rientro, dopo un anno di stop, per Silvana

Bernardis M25 che è riuscita a salire sul più alto gradino del podio sia nei 200 rana che 100 misti.

Grande qualità quindi ed ottimismo per il proseguo del campionato GP Calabria che vede la Lacinia

campione in carica. Ora tutti concentrati nelle finali regionali di febbraio a Lamezia dove

sicuramente la Lacinia Nuoto si presenterà come protagonista essendo anche in questo caso

campione in carica