Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile – Obiettivo final six centrato per la Cosenza in Coppa Italia

Pallanuoto femminile – Obiettivo final six centrato per la Cosenza in Coppa Italia

Città di Cosenza – Acquachiara ATI 2000 8-4(2-0,2-1,2-2,2-1)
Città di Cosenza: Nigro, Citino, Gallo, De Mari, Motta S.(3), Koide(1), Garritano, Nicolai(3), Greco, Presta, Motta R.(1), D’Amico, Manna. Allenatore: Marco Capanna.
Acquachiara ATI 2000: Iaccarino, Monaco, Anastasio(2), Maglitto, Migliaccio, De Magistris, Vitiello, Tortora, Foresta(1), Acampora(1), Centanni, Esposito, Cipollaro. Allenatore: Barbara Damiani.
Arbitri: Attilio Paoletti e Fabio Ricciotti di Roma.
Giudice Arbitro: Giovanni Taormina di Civitavecchia.
Note: Garritano(Città di Cosenza) fuori per limiti falli. Superiorità numeriche: Città di Cosenza 5/11; Acquachiara ATI 2000 O/11.
Obbiettivo centrato dalla Città di Cosenza che battendo 8-4 l’Acquachiara ATI 2000 ha conquistato con due giornate di anticipo l’accesso alla final six di Coppa Italia femminile, le cui partite di ritorno si disputano nella Olimpionica cosentina. Pur non giocando con la giusta intensità, la squadra di Marco Capanna si è dimostrata superiore alla formazione campana. Non tragga in inganno il risultato finale, perché il pallino del gioco è stato sempre in mano alla formazione di casa, che per l’occasione ritrovava rispetto alle gare di andata, la nazionale Silvia Motta autrice di tre reti, così come Nicolai, altra tripletta per lei. A segno anche Roberta Motta e Koide.
———–
Ekipe Orizzonte Catania – WP Despar Messina 11-9 ( 2-3,3-0,4-3,2-3)
Ekipe Orizzonte Catania: Zuccarello, Musumeci, Campione(1), Buccheri, Santapaola, Grillo(2), Palmieri(1), Marletta(4), Amedeo(1), Aiello, Riccioli(1), Lombardo(1), Schillaci. Allenatore: Martina Miceli.
WP Despar Messina: Laganà, Majolino, Gitto(2), Villari, Morvillo(2), Arruzzoli, Marino, D’Agata(3), Marchetti, Cannata, Le Donne, Bosurgi(2), Fiorito. Allenatore: Maurizio Mirarchi.
Arbitri: Bruno Navarra di Roma e Francesco Barbera di Cosenza.
Note: Palmieri( Ekipe Orizzonte Catania) uscita per limiti falli.

Il derby siciliano di Coppa Italia ha visto il successo della formazione catanese per 11-9 al termine di una partita combattuta. Dopo avere chiuso in svantaggio la prima frazione di gioco, l’Ekipe Orizzonte Catania è riuscita prima a pareggiare e poi a portarsi in vantaggio, che non ha più mollato, vincendo con merito. Sul risultato pesano i due tiri di rigore che la messinese Bosurgi ha sprecato, forse le cose sarebbero andate diversamente.