Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Impianti sportivi – Viale Messina e Ciccarello, fine gennaio decisivo

Impianti sportivi – Viale Messina e Ciccarello, fine gennaio decisivo

L’Armando Segato ed il Comune di Reggio Calabria al centro della discussione di ieri al Tar con i loro legali rappresentanti che argomentando hanno confermato le proprie posizioni, in merito alla vicenda che da tempo è al centro di continue discussioni e che riguarda il Centro Polivalente di viale Messina, impianto per il quale l’ente comunale ne aveva imposto una ordinanza di sgombero e risolto la convenzione di una precedente concessione. Per la società Armando Segato l’intervento del Comune è improprio, ovviamente di parere opposto la controparte. Spettatrice interessata l’Asd Reggio Calabria che da mesi attende notizie riguardo la disponibilità di una struttura per lo svolgimento delle proprie attività che vanno dagli allenamenti della prima squadra a quelli del settore giovanile. Per la fine del mese è attesa la decisione del Tar.

image-22-10-15-01-29

E sempre in tema di strutture, si aprono spiragli riguardo la possibilità di riprendere i lavori, fermi ormai da diversi anni, per il rifacimento dello storico impianto di Ciccarello. Per il 29 di gennaio è previsto un incontro a tre tra il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, l’assessore allo sport Nino Zimbalatti ed il presidente provinciale della FIGC Arena. Si ricorda che la ristrutturazione dell’impianto prevede il rifacimento degli spogliatoi, del manto di gioco attraverso la sistemazione di un tappeto di erba sintetica di ultima generazione, un impianto di illuminazione che consentirà la disputa di gare anche nelle ore notturne ed anche la realizzazione della recinzione esterna ed interna. La riqualificazione del campo di Ciccarello prevede, inoltre, la costruzione della tribuna spettatori per una capienza di circa 500 posti.