Home / Sport Strillit / Volley A2 – Vittoria bella e sofferta contro Tuscania. Tonno Callipo primo in classifica

Volley A2 – Vittoria bella e sofferta contro Tuscania. Tonno Callipo primo in classifica

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-1 (25-23, 25-18, 28-30, 25-22)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli 2, Marra (L), Casoli, De Paola 14, Michalovic 27, Forni 7, Vedovotto 20, Presta 14. Non entrati: Korniienko, Ferraro, Maccarone, Corrado, Sardanelli. Allenatore: Mastrangelo
MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA: Calonico 8, Bonami (L), Vitangeli, Ottaviani 10, Mrdak 25, Mazzon, Monopoli 2, Shavrak 9, Esposito 9. Non entrati: Anselmi, Straino, Hueller, Pieri (L2).
Allenatore: Tofoli
ARBITRI: Spinnicchia e Pecoraro
NOTE: durata set: 27’, 22’, 33’, 29’. Tot. 111’

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia vince ancora soffrendo. Lo fa battendo un’indomita Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania con il punteggio di 3-1. Al Pala Valentia va in scena un’altra battaglia di quelle toste ed emozionanti. Ad avere la meglio sono i giallorossi che conquistano la seconda vittoria consecutiva e chiudono al meglio il terribile trittico di sfide con le squadre laziali. La squadra di Tofoli lotta strenuamente, tranne la seconda parte del secondo set. È una
partita difficile, rognosa, scorbutica con un avversario sempre pronto ad approfittare degli errori altrui, oltre che a mostrare sprazzi di ottima pallavolo. Coach Mastrangelo si affida nuovamente a De Paola con capitan Casoli in panchina, mentre il tecnico marchigiano punta sulla formazione tipo con Natale Monopoli vero e proprio faro dei suoi. In un primo set in cui la Tonno Callipo prova a fare la parte della lepre con Tuscania sempre lì a rimpinguare il margine di distacco, sono sostanzialmente i due errori in attacco in più dei viterbesi a fare la differenza nell’economia generale del parziale. Nel secondo set la Tonno Callipo mette pressione agli avversari in ricezione con le battuta di Pinelli e Vedovotto a fare la differenza. La seconda linea di Tuscania non regge l’urto e per i giallorossi la strada è in discesa con il parziale conquistato 25-18. Medesimo copione nel terzo set: i giallorossi partono a spron battuto portandosi subito sul 4-0, poi però
Tuscania si rimette in carreggiata prima del nuovo allungo dei padroni di casa e il nuovo ritorno della squadra di Tofoli. Nel finale arriva l’allungo giallorosso sul 24-22, ma Ottaviani e compagni non demordono e con l’attacco (freddo e coraggioso) di Monopoli portano il set ai vantaggi. In totale sono sei le palle match annullate da Tuscania che alla fine vira avanti 28-29 e chiude i conti 28-30. Nel quarto set continua l’altalena di emozioni: i ragazzi di Mastrangelo si portano
avanti di tre lunghezze sul 12-9 al riposo tecnico. Poi però il blackout della Tonno Callipo: Tuscania gioca a memoria, difende tutto con Bonami e con Mrdak in battuta mette a segno un terrificante break di sette punti a zero che porta Ottaviani e compagni sul 12-16. Massimo vantaggio
sul 13-18 prima della rimonta giallorossa. Michalovic e Vedovotto sono dei guerrieri, De Paola mura Mrdak e la Tonno Callipo vola sul 24-22. Il finale lo scrive Presta con l’ace che vale il 25-22. Giallorossi ancora una volta trascinati da Michalovic (strepitoso lo slovacco con 27 punti realizzati e il 68% in attacco) e Vedovotto (20 punti con il 61% in attacco). Bene anche Presta con 14 punti (67% in attacco e 3 muri) e nei momenti cruciali De Paola. Marra lucidissimo in ricezione (70% di ricezione positiva e 48% di perfetta). Per Tuscania non basta il cuore e la grinta e le prestazioni dei vari Monopoli, Mrdak (25 punti e il 51% in attacco) ed Esposito (immarcabile in attacco con 9 vincenti su 10).
Una vittoria che porta in dote nuovamente il primo posto in classifica dopo il ko di Sora a Tricase contro l’Aurispa Alessano.

Il presidente Pippo Callipo raggiante al termine della partita: “Vittoria bella e sofferta arrivata nel giorno del compleanno del nostro addetto stampa Francesco Iannello. Una bella domenica con il successo da tre punti e il ritorno in vetta alla classifica”.