Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Un Cosenza da urlo: Tedeschi-Arrigoni, l’Ischia ko 2-1. Prima vittoria fuori casa

Un Cosenza da urlo: Tedeschi-Arrigoni, l’Ischia ko 2-1. Prima vittoria fuori casa

Il Cosenza chiude il girone d’andata con la prima vittoria in trasferta. Decisiva una punizione di Arrigoni dopo che Raimondi si era fatto parare un rigore, Arrighini si era divorato l’impossibile. A Tedeschi aveva risposto Porcino. Successo meritato per la squadra di Roselli che conferma la propria candidatura a un ruolo da protagonista in campionato.

Nessuna sorpresa nel Cosenza con Roselli che manda in campo lo stesso undici con il quale aveva chiuso il 2015. Senza Caccetta e La Mantia, scontate le soluzioni Fiordilino a centrocampo e Raimondi in avanti, anche perché l’ultimo arrivato Cavallaro non è ancora al meglio. Sorpresa nell’Ischia con Mancino che si ferma durante il riscaldamento per cui Bitetto butta nella mischia Porcino. Dal primo minuto nell’undici campano c’è anche il nuovo acquisto Spezzani. In campo torna il difensore centrale Filosa ma con una vistosa fasciatura sulla coscia sinistra tant’è che lascia il campo dopo un quarto d’ora della ripresa. Ancora out Fall e Orlando.

L’equilibrio regna sovrano nelle battute iniziali con il solito Cosenza che aspetta con pazienza l’avversario. Alla mezzora l’Ischia accende la partita: Perina è fuori dalla porta e dall’area di rigore, così un sinistro velenoso di Armeno sta per infilarsi in porta ma l’intervento di Tedeschi con la testa è provvidenziale. La risposta rossoblu è sulla ripartenza micidiale con Statella, Ciancio e Criaco la cui conclusione viene deviata da Iuliano in ucita ma il portiere sul proseguimento dell’azione travolge Raimondi, rigore netto che lo stesso numero 10 del Cosenza si fa parare. Dall’altra parte protagonista Perina su Kanoute servito da Porcino. Il jolly lo pesca la squadra di Roselli proprio allo scadere: angolo di Arrigoni e Tedeschi di testa spezza l’equilibrio.

Secondo tempo più spettacolare con azioni da una parte e dall’altra. Pronti via e Statella serve Arrighini il quale a due passi dalla linea di porta calcia a lato. La riposta dell’Ischia è un palo di Kanoute. Diagonale di Raimondi serviuto da Statella che sfiora il palo. Al 17′ Arrighini si divora un altro gol facile facile: assist di Raimondi e di testa a porta vuota sbaglia la mira. Spettacolari i portieri: prima Perina dice di no a Porcino, complce una deviazione di Blondett, dall’altra parte Iuliano si oppone a Statella dopo un assist di Criaco. Al 24′ il pareggio di Forcino che approfitta dell’unica disattenzione difensiva. Una conclusione di Ciancio di poco a lato, errore di Patti e Arrighini conferma di essere in giornata no: alto. Izzillo, dall’altra parte, di poco a lato. Poi nel finale il gol vittoria: Vutov atterrato a limite dell’area e come nella pasaata stagione Arrigoni su punizione firma il definitivo sorpasso. Al 41′ Perina dice di no all’ex Meduri appena entrato. Vola il Cosenza. E il 2016 comincia nel migliore dei modi.

ISCHIA 1

COSENZA 2

MARCATORI Tedeschi (C) al 46′ p.t.; Porcino (I) al 24′, Arrigoni (C) al 39′ s.t.

ISCHIA (4-4-2) Iuliano; Florio (dal 41′ s.t. Manna), Filosa (dal 14′ s.t. Moracci), Patti, Bruno; Armeno, Spezzani, Izzillo, Porcino; Kanoute, Calamai (dal 41′ s.t. Meduri). In panchina: D’Errico, Guarino, Savi, Palma, Mancino, De Clemente. Allenatore: Bitetto.

COSENZA (4-4-2) Perina, Corsi, Tedeschi, Blondett, Ciancio; Criaco, Arrigoni, Fiordilino (dal 30′ s.t. Cavallaro), Statella (dal 41′ s.t. Pinna); Arrighini, Raimondi (dal 20′ s.t. Vutov). In panchina: Saracco, Di Somma, Guerriera, Minardi. Allenatore: Roselli.

ARBITRO Pagliardini della sezione di Arezzo.

NOTE spettatori 600 circa. Ammoniti Patti, Vutov, Spezzani, Iuliano, Moracci. Angoli 7-2 (p.t. 3-2). Recupero: p.t. 2′; s.t. 3′.