Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Cavallaro si prende subito il Cosenza: “Vinciamo a Ischia e saremo tra le grandi”

Cavallaro si prende subito il Cosenza: “Vinciamo a Ischia e saremo tra le grandi”

di Valter Leone – L’esperienza, a volte, è sinonimo anche di personalità. Ma non quella che potrebbe passare per presunzione, perché Giovanni Cavallaro tutto è tranne che venditore di fumo. La sua “prima” da calciatore del Cosenza è un condensato di positività, di cui l’ambiente ha grande bisogno in questa fase cruciale del campionato. Due trasferte di fila, poi il ritorno al Marulla con la big Catania: tre partite per capire, definitivamente, se la squadra di Roselli può continuare ad accarezzare il sogno playoff. Ed ecco che le parole del primo rinforzo rossoblu al mercato di gennaio, rimbombano come squilli di tromba tra i tifosi. “Il Cosenza non ha mai vinto in trasferta? Ho visto. Ci fossero riusciti i miei compagni, a quest’ora saremmo in testa. Però ho visto le partite con Lecce e Benevento e si meritava molto di più. Vorrà dire che cominceremo da Ischia a vincere fuori casa, per dare quella svolta che ci consente di agganciarci al gruppo delle grandi. Lo so, non sarà facile perché loro recuperano tanti calciatori importanti, forti. Sarà difficile. Ma noi abbiamo tanta voglia di fare una bella sterzata in trasferta”.

Cavallaro tesse gli elogi del gruppo. “I miei compagni hanno fatto tanto. Sono da ammirare. In campo sanno sempre cosa fare, i primi a difendere sono gli attaccanti. E io sono qui per dare una mano al gruppo. Ho gli stimoli giusti e i 33 anni non me li sento affatto. I playoff? Bisogna continuare con l’atteggiamento che la squadra ha avuto finora, lottare fino alla fine e vedrete che si potranno fare grandi cose. Ho trovato dei compagni straordinari. L’altro giorno – racconta il volto nuovo dei Lupi – parlando con Edoardo (Blondett, ndc), ci siamo detti che sembra di essere qui dal primo giorno del ritiro. So che attorno a me c’è grande aspettativa e di questo ringrazio anche voi giornalisti per le belle parole che avete scritto. Non mi tiro indietro. Anzi, questo mi carica e mi dà ulteriore autostima”.

Cosenza prima scelta e una sfida da vincere. “Il direttore Meluso e l’allenatore Roselli mi hanno fatto sentire importante da subito. Così come mi ha colpito il presidente. Non ho avuto nessuna difficoltà ad accettare la sua proposta: contratto fino a giugno e rinnovo a obiettivi. Le sfide mi sono sempre piaciute”. Una novità assoluta per Cavallaro è quella di essere il più grande del gruppo. “Non era mai successo prima. C’è sempre una prima volta. Le responsabilità mi piacciono. Sarà un bella emozione scendere in campo su questo bel prato del Marulla con la maglia del Cosenza, squadra alla quale ho sempre segnato da avversario. Spero che la stessa fortuna si essermela portata dietro, in modo da regalare gioie ed emozioni a questo fantastico pubblico”.