Home / Sport Strillit / BASKET / Basket, Viola Reggio Calabria: difesa e gruppo per ripartire al meglio

Basket, Viola Reggio Calabria: difesa e gruppo per ripartire al meglio

di Vittorio Massa – Gli aspetti positivi di questa prima parte di stagione in casa Viola Reggio Calabria si contano sulle punta della dita. Eppure, guardando con positività al futuro, gli elementi da cui ripartire sembrano esserci. In questi mesi si è cercato di trovare più volte un punto di svolta sia tattico che mentale in una squadra sottoposta sin dall’inizio a pressioni forse troppo grandi , il tutto accompagnato da una gran dose di sfortuna.

La Viola dovrà ripartire dalle due trasferte consecutive di Rieti e Casale Monferrato, dovrà ripartire, nel 2016, da quelle poche, ma fondamentali, certezze emerse sino ad ora. Tema principale : la condizione fisica. I recuperi di Spinelli e Freeman hanno e avranno un peso specifico non indifferente. La regia dinamica del play di Pozzuoli e l’estro offensivo dell’americano  affideranno a coach Benedetto un reparto esterni di primo livello insieme al talento purissimo di Rullo e all’impatto di Dobbins, vero trascinatore difensivo dei neroarancio nelle ultime uscite. Non farà parte del reparto esterni invece Marco Mordente. L’ex Milano, arrivato con clamore e con i galloni di capitano ha deluso più per l’atteggiamento dimostrato che per le poco entusiasmanti statistiche, comunque in linea con le ultime stagioni. Il feeling con il pubblico non è mai scoccato, e alla fine anche con lo staff tecnico qualcosa si è rotto. A Spinelli il compito di diventare leader di un gruppo che non sembra comunque aver subito il colpo dell’addio dell’ex capitano.

Dovrà migliorare anche l’aspetto difensivo. Nelle ultime partite, anche nella sconfitta di Agrigento, la Viola ha aumentato senza dubbio l’intensità sotto il proprio canestro. L’arrivo di Dobbins ha colmato le lacune di inizio anno, aggiungendo al roster un play-guardia in grado di essere il migliore rimbalzista della squadra.

Da qui ripartirà la Berme 2016, e anche la dirigenza , prima di operare sul mercato , valuterà attentamente come e dove intervenire. Un esterno in più o un quarto uomo nel “reparto lunghi”, magari affidandosi a qualche ritorno al passato? Nelle prossime settimane si capiranno meglio le idee del Gm Condello.  “Penseremo partita dopo partita” è il dictat dello staff tecnico, ma in un campionato che attende tutti, nulla è impossibile.