Home / Sport Strillit / CALCIO A 5 / Sporting Locri, parla la calciatrice Rovito: “Vogliamo continuare”

Sporting Locri, parla la calciatrice Rovito: “Vogliamo continuare”

di Clara Varano – “La voglia di continuare è tanta, e il 10 vorremmo fortemente scendere in campo e continuare l’avventura iniziata a fine agosto”. A parlare è Rossana Rovito, calciatrice dello Sporting Locri, la società di calcio a 5 chiusa a causa delle intimidazioni rivolte al suo presidente. Rossana gioca a Locri da un anno e mezzo e racconta a Strill.it, come anche le giocatrici fossero a conoscenza delle minacce. “Sapevamo delle intimidazioni perché la società ci tiene aggiornate su tutto ciò che succede. I dirigenti hanno condiviso insieme a noi la chiusura della società”. Nessuna sorpresa, dunque, per le ragazze del Locri costrette quasi certamente ad abbandonare il campionato di serie A che le vede al quarto posto in classifica. “Viviamo in una terra difficile in cui esprimere i propri pensieri è già complicato e la situazione risulta ancora più grave in quanto è stata toccata la sfera personale del nostro presidente. Automaticamente la paura diventa protagonista delle decisioni”. L’indignazione è il sentimento più diffuso oggi e Rossana si sente maltrattata, forse perché la Calabria è la terra dove maggiormente i sogni vengono cancellati e l’entusiasmo smorzato. “Abbiamo bisogno in modo concreto della vicinanza di persone generose – conclude la giovane sportiva – la solidarietà va bene, è fondamentale, ma per andare avanti servono fatti concreti. Quel che è certo è che nessuno calpesterà i nostri sogni. Forza Sporting Locri”.