Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / L’Atletica Zarapoti festeggia i 30 anni di attività. Premiati dirigenti, atleti e tecnici

L’Atletica Zarapoti festeggia i 30 anni di attività. Premiati dirigenti, atleti e tecnici

Presso il ristorante Vigna dei Cardinali di Settingiano, si è celebrato il trentennale della ASD Atletica Zarapoti. Il Presidente dell’associazione, Maria Aloi, collaborata da Totò Cardamone, consigliere della stessa e da tutto lo staff societario, hanno fatto convenire per l’evento, gran parte degli atleti e dei tecnici che hanno collaborato, con il loro impegno e con i loro risultati, a dare lustro alla società sportiva catanzarese. La cerimonia ha avuto inizio con il saluto dell’anima dell’Atletica Zarapoti, Totò Cardamone, che ha salutato le autorità presenti, i tecnici, i dirigenti e i numerosi atleti, per i quali ha messo in evidenza quanto da loro fatto dal punto di vista tecnico e collaborativo nell’arco dei tre decenni di vita associativa. Ne è seguito un breve saluto anche da parte di Maria Aloi, che ha ringraziato per l’impegno di tutti i suoi associati. Presente alla cerimonia, il Presidente della Fidal Calabria, Ignazio Vita, che dopo i convenevoli di rito e il ringraziamento all’Atletica Zarapoti per aver collaborato con il suo impegno a rendere grande l’atletica calabrese e, considerato che il tema della serata trattava anche “l’Atletica nel sociale”, ha messo “il dito nella piaga”, ovvero ha rimarcato, ancora una volta, la carenza di impianti omologati nella provincia e nella città di Catanzaro, situazione divenuta cronica, anche in virtù – direi per colpa – degli enti locali preposti a garantire la sana attività sportiva ai praticanti la disciplina dell’atletica leggera.

Gli interventi che ne sono seguiti, da parte del presidente del Consiglio Comunale di Catanzaro Ivan Cardamone, dell’assessore allo sport del Comune di Catanzaro Fabio Talarico e di Tony Sgromo figura di primo piano dello sport catanzarese, hanno avuto parole di compiacimento per il traguardo raggiunto dall’Atletica Zarapoti, menzionando tra l’altro qualche episodio che li ha visti coinvolti nella società catanzarese durante questi ultimi tre decenni. Di contro, riferendosi a quanto esposto da Ignazio Vita in merito agli impianti di atletica leggera di Catanzaro, si sono dichiarati disponibili, da subito, a far si che questa grossa lacuna venga in qualche modo eliminata. Sono seguite le numerose premiazioni di atleti, tecnici e dirigenti e, dopo il saluto finale, Totò Cardamone ha invitato tutti i presenti a spostarsi nella sala ristorante per “procedere” alla cena sociale. A Totò Cardamone e a tutta l’Atletica Zarapoti un “in bocca al lupo” e “ad maiora”.

fonte: fidalcalabria.it