Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Volley, Vibo sale sull’ottovolante: Reggio Emilia ko 3-0 e ottava vittoria consecutiva

Volley, Vibo sale sull’ottovolante: Reggio Emilia ko 3-0 e ottava vittoria consecutiva

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – CONAD REGGIO EMILIA 3-0 (25-15,
25-23, 25-18)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli 2, Marra (L), Casoli 1, De
Paola 14, Michalovic 12, Forni 7, Vedovotto 16, Presta 5. Non entrati:
Ferraro, Maccarone, Corrado, Sardanelli. Allenatore: Mastrangelo
CONAD REGGIO EMILIA: Cetrullo 12, Cargioli 2, Bonante, Dolfo 10, Tondo
5, Bevilacqua 5, Kody 3, Silva, Scaltriti (L), Marchiani 1, Morgese 1,
Douglas-Powell 1. Allenatore: Cantagalli
ARBITRI: Moratti e Scarfò
NOTE: durata set: 22’, 28’, 25’. Tot. 75’. Tonno Callipo Calabria: bs
12, ace 3, ric. pos. 50%, ric.perf. 27%, att. 54%, muri 8. Conad Reggio
Emilia: bs 10, ace 0, ric. pos. 44%, ric.perf. 16%, att. 46%, muri 2.

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia conquista l’ottava vittoria
consecutiva. Nella nona giornata del campionato di Serie A2 UnipolSai i
giallorossi di coach Mastrangelo hanno battuto la Conad Reggio Emilia
con il punteggio di 3-0. Un match mai in discussione quello giocato da
Casoli e compagni se non nel secondo parziale dove gli emiliani hanno
lottato fino all’ultimo pallone. Con questo risultato la Tonno Callipo
mantiene la vetta della classifica con 24 punti, uno in più della
vicecapolista Sora che ha battuto in casa Brescia. Con un Michalovic non
al 100% (ma lo slovacco ha comunque giocato dall’inizio), il
palleggiatore Pinelli si è poggiato sui due posti quattro De Paola e
Vedovotto che lo hanno ripagato con una prestazione di assoluto livello.
Quest’ultimo è stato letteralmente devastante nel corso del secondo e
terzo set chiudendo la partita con 16 punti (top-scorer dell’incontro)
con il 58% in attacco. Reattivo e letale nel terzo set Antonio De Paola
che ha infiammato il pubblico con una serie di attacchi che hanno
tramortito la difesa emiliana. Ottima, dunque, la scelta di Pinelli di
distribuire il gioco sulle bande. Ora, però, non c’è tempo da perdere
perché mercoledì si giocherà di nuovo con la Tonno Callipo attesa dalla
lunghissima ed insidiosa trasferta di Mondovì.

LA CRONACA DEL MATCH

Coach Mastrangelo parte con lo starting-seven di base con Pinelli al
palleggio, Michalovic opposto, Forni e Presta al centro, De Paola e
Vedovotto in posto 4, Marra libero. Il tecnico degli emiliani Cantagalli
risponde con Marchiani in regia, Kody opposto, Tondo e Cargioli i
centrali, Dolfo e Douglas-Powell di banda, Scaltriti libero. I
giallorossi partono subito forte sfruttando la buona vena di Michalovic,
De Paola e approfittando di qualche errore di troppo degli ospiti. Il
set scivola via senza grandi sussulti con De Paola e Forni che trovano
anche l’ace in battuta e con Tondo e compagni incapaci di imbastire una
reazione efficace. La Tonno Callipo conquista il set 25-15. Molto più
combattuto il secondo set: Cantagalli rivoluziona l’assetto dei suoi con
Cetrullo al posto di Kody e con Bevilacqua al posto di Douglas-Powell.
L’opposto abruzzese mostra maggiore vigore, ma sono i giallorossi a
picchiare giù duro con Michalovic (sei punti nel corso del parziale) e
Vedovotto (62% in attacco). Si arriva sul 19-15 quando Reggio Emilia
viene letteralmente trascinata da Cetrullo (autore di 7 punti) nei
momenti decisivi. Gli emiliani piazzano un break di 0-4 e impattano sul
19-19. Si gioca punto a punto fino al 23-23, poi la Tonno Callipo vira
avanti 24-23 e conuista il set grazie al break a muro di un indemoniato
Vedovotto. Il terzo set si apre con Kody al centro al posto del giovane
Cargioli. I centimetri del camerunense si fanno sentire sotto rete con
il muro su Presta e con Reggio Emilia brava a portarsi avanti sul 3-5.
Ma è un fuoco di paglia perché la Tonno Callipo ritrova l’abbrivio e si
riporta subito avanti 8-6. Al riposo tecnico i ragazzi di Mastrangelo si
portano sul 12-8. Poi inizia il De Paola e Vedovotto show con i due
schiacciatori giallorossi che bucano il muro reggiano. Si arriva sul
24-18 quando arriva l’attacco emiliano stoppato dal muro giallorosso per
il 25-18. Il Pala Valentia acclama i suoi guerrieri. Ma ora la testa è
già a Mondovì.

Nella foto, la concentrazione di coach Mastrangelo durante un time-out
(foto di Franco Pirito)