Home / Sport Strillit / COSENZA CALCIO / Il Cosenza regala un tempo al Foggia e Iemmello con una doppietta lo punisce: 2-0

Il Cosenza regala un tempo al Foggia e Iemmello con una doppietta lo punisce: 2-0

Questa volta l’approccio non è stato come quello di Lecce e Benevento. Un Cosenza rinunciatario che dà al Foggia la possibilità di giocare per come vuole nel primo tempo. E non è bastata una buona seconda parte nel corso della quale si è vista una sola squadra, quella rossoblu che a un certo ha costretto De Zerbi a chiudere la partita con una difesa a cinque. E proprio in quella prima parte di gara, complici due clamorosi errori difensivi di Pinna, hanno dato la possibilità a Iemmello di firmare una doppietta che avvicina i pugliesi a 2 punti dalla capolista Casertana.

Roselli non modifica niente rispetto alle previsioni della vigilia. Negli uomini e nell’atteggiamento tattico: stesso undici che la scorsa settimana aveva battuto il Melfi, squadra in campo con un 4-5-1 con Statella a destra e Raimondi a sinistra costantemente sulla linea dei centrocampisti. Anche perché costretti dal gioco del Foggia, da subito propositivo. Due sorprese, invece, le regala De Zerbi che preferisce Sicurella ad Agostinone e rilancia Floriano titolare con Sainz Maza relegato inizialmente in panchina. Si diceva: rossoneri propositivi. Da subito: Riverola calcia a lato, per il primo squillo. La difesa pugliese gioca così alta che Gigliotti pesca Angelo con un’apertura da centrocampista, quindi il tocco al volo dell’esterno per Sarno la cui conclusione accarezza la parte esterna della rete. Applausi. Le combinazioni Angelo-Sarno mettono spesso in difficoltà la retroguardia rossoblu, cosa che si ripete anche al 18’ con il diagonale di Iemmello largo di poco. C’è solo il Foggia in campo, così al 29’ giunge il vantaggio meritato: tiro dal limite di Sarno che incoccia sui piedi di Iemmello il quale anticipa con facilità Pinna e supera Perina. L’attaccante catanzarese ci prova anche al 39’: alto. Passa un minuto e certifica la superiorità della squadra di De Zerbi con il raddoppio: tutto nasce da un errore di Pinna in uscita che fa involare Sarno il quale pesca tutto solo Iemmello sul quale nulla possono Corsi e il portiere. Sui titoli di coda Corsi si prende un calcio di punizione battuto da Arrigoni, tocco di Statella e colpo di testa di Arrighini ma il gol viene annullato per fuorigioco dello stesso attaccante.

Un tiro largo di Sarno apre la seconda frazione. Ma il Cosenza esce dal guscio: Arrigoni che Caccetta il cui colpo di testa viene respinto da Narciso con il pallone che arriva ad Arrighini il quale non riesce a coordinarsi con la porta vuota. Ci prova Corsi dal limite, un allungo di Statella che due volte viene stoppato da Loiacono con Raimondi a sinistra e Arrighini a destra liberi. Meglio il Cosenza in questa fase della partita: la difesa del Foggia traballa ma riesce a evitare il gol che potrebbe riaprire la partita. Ma il Foggia quando arriva dalle parti di Perina fa sempre paura: il portiere allunga in angolo una sventola di Sicurella, poi Riverola colpisce la parte esterna del palo. È un altro Cosenza però: Narciso dice no a Statella, Sain Maza si oppone con il fondo schiena a una conclusione al volo di Arrigoni. C’è la carta La Mantia che subito colpisce di testa, poi Vutov chiama il portiere del Foggia alla deviazione in angolo. Al 44’ La Mantia fermato in fuorigioco e in pieno recupero Pinna su punizione chiude la partita con l’ultimo acuto dei Lupi. Ma non basta, perché quel primo tempo…

FOGGIA     2

COSENZA   0

MARCATORE Iemmello al 29’, Iemmello al 40’ p.t.

FOGGIA (4-3-3) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Sicurella (dal 39’ s.t. De Giosa), Coletti, Riverola; Sarno (dal 31’ s.t. Agostinone), Iemmello, Floriano (dal 7’ s.t. Sainz Maza). In panchina: Micale, Sansone, Lodesani, Viola, Bollino, Tarolli. Allenatore: De Zerbi

COSENZA (4-5-1) Perina; Corsi, Tedeschi, Pinna, Ciancio; Statella, Criaco (dal 33’ s.t. La Mantia), Arrigoni, Caccetta (dal 21’ s.t. Fiordilino), Raimondi (dal 21’ s.t. Vutov); Arrighini. In panchina: Saracco, Soprano, Guerriera, Blondett. Allenatore: Roselli.

ARBITRO Piccinini della sezione di Forlì

NOTE paganti 5.635, abbonati 2.629, incasso di 65.856 euro. Ammoniti Caccetta, Gigliotti, Criaco, Riverola, Di Chiara. Angoli 9-5 (p.t. 3-1). Recupero: p.t. 0’; s.t. 3’.