Home / Sport Strillit / ALTRO CALCIO / Calcio – Palmese, Salerno: “Obiettivo salvezza”. Carbone: “Il mio entusiasmo è pari a zero”

Calcio – Palmese, Salerno: “Obiettivo salvezza”. Carbone: “Il mio entusiasmo è pari a zero”

Rosario Salerno (allenatore U. S. Palmese 1912) -“Dico che purtroppo non abbiamo capitalizzato al massimo le azioni da rete che abbiamo avuto. Certo che giocare su un terreno di gioco ridotto in queste condizioni ci danneggia notevolmente”. Queste le prime parole raccolte in sala stampa dal tecnico neroverde Rosario Salerno. Contro una squadra come il Due Torri che scende in campo per difendersi, non era facile fare gol anche in considerazione del fatto che ci mancava Piemontese squalificato ma anche Angotti che oramai non fa più parte della Palmese. “Il campionato sta entrando nel suo vivo. Dobbiamo migliorare ancora, sempre di più perché il nostro obiettivo rimane la salvezza. Non riusciamo a sbloccare il risultato nonostante la voglia in campo è sempre presente. C’era un rigore netto a nostro favore ma anche questa volta il direttore di gara non ha ravvisato gli estremi per concederci il penalty. Pazienza. Domenica andremo a Aversa per vincere”. Mister il calciomercato della Palmese? “Stiamo valutando tante cose. Lo stiamo facendo insieme ai giocatori ed alla società. Avevamo contattato Zangaro e Criniti ma le loro rispettive società non li hanno svincolati”.

Pino Carbone (presidente U. S. Palmese 1912) – A fine gara incontriamo anche il presidente della Palmese Pino Carbone, visibilmente deluso ma principalmente amareggiato. “Meritavamo di vincere ma questo è il calcio quindi dobbiamo accettare il risultato”. Presidente cosa può dirci sul calciomercato neroverde? “ Avevamo contattato Andrea Tricarico del San Severo ma la società non lo ha lasciato andare via. Stessa cosa per Vito Zangaro col Rende che si è opposto al suo svincolo”. Adesso che si fa presidente? “Adesso si fa che continuare a giocare su questo terreno di gioco ridotto in condizioni pessime non ha più senso. In più, nessuno fa niente per risolvere la cosa, soprattutto l’Amministrazione palmese”. Carbone, presidente della Palmese ancora per quanto tempo? “Ancora per pochissimo perché domani stesso (lunedi per chi legge) la società comunicherà il nuovo presidente mentre io non farò più nemmeno il Team Manager che è il dirigente Nino Gagliostro”. Quindi Pino Carbone cosa farà nella Palmese? “Il mio entusiasmo è pari a zero. Nessuno mi da una mano. Mi hanno fatto perdere la voglia. Palmi ha un grande pubblico ma c’è anche una parte di tifoseria che rema contro”. Conosce le attuali condizioni di restyling del “Lopresti”? “So che la ditta, ma solamente la ditta, sta lavorando tutti i giorni. Questo non basta perché il “Lopresti” sarà un pezzo di verde solo sul terreno di gioco. I giocatori non potranno scendere in campo per giocarci mentre i palmesi potranno soltanto ammirarne il rettangolo di gioco. Questo perché, ripeto, solo la ditta sta lavorando mentre il Comune di Palmi non sta effettuando nessun tipo di lavoro che necessita il “Lopresti” per poi, eventualmente, essere omologato”.
Sigfrido Parrello