Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile A1 – Cosenza cede alla Despar Messina, ma con onore

Pallanuoto femminile A1 – Cosenza cede alla Despar Messina, ma con onore

La Città di Cosenza ha provato a fare lo sgambetto alla formazione di casa, giocando a viso aperto, ma alla fine la Waterpolo Despar Messina è riuscita a vincere per 14-9, troppo per quello che si è visto in vasca.

Contro la seconda forza del campionato la squadra di Capanna è riuscita a tenere testa alla compagine siciliana alla quale è stata agganciata per buona parte del confronto. Poi qualche ingenuità di troppo, che non si può concedere ad una formazione forte, ha finito col pesare sul risultato finale. Buona la reazione della squadra calabrese dopo la ingiusta espulsione comminata dall’arbitro Riccitelli al tecnico Marco Capanna. E sulle decisioni degli arbitri bisogna aprire una parentesi, si percepiva che non sarebbe stata buona la direzione arbitrale, verso la Città di Cosenza e così purtroppo è stato, non solo l’espulsione del tecnico e il cartellino rosso alla Pomeri, ma altre decisoni che hanno lasciato perplessi. Nonostante la sconfitta la Città di Cosenza ha destato una buona impressione dimostrando di essere in continua crescita. “La squadra mi è piaciuta – commenta Marco Capanna – contro una Waterpolo Despar Messina che ha meritato di vincere. Noi siamo stati discontinui nel tenere alto il ritmo per poterle mettere in difficoltà, ma le ragazze mi sono piaciute per l’atteggiamento”.

Waterpolo Despar Messina – Città di Cosenza 14-9 (4-3,4-3,3-1,3-2)

Waterpolo Despar Messina: Gorlero, Lopez, Gitto(1), Arruzzoli, Morvillo(1), Radicchi(4), Garibotti(3), D’Agata, Zaffina, Aiello(2), Marchetti, Bosurgi(3), Laganà. Allenatore: Maurizio Mirachi.

Città di Cosenza: Nigro, Citino, Gallo, De Mari, Motta S.(4), Koide, Marani(1), Nicolai(1), Pomeri(1), Presta(1), De Cuia(1), Garritano, Manna. Allenatore: Marco Capanna.

Arbitri: Del Bosco di Roma e Riccitelli di Palermo

Note: Presta(Città di Cosenza) fuori per limiti falli; espulsi Marco Capanna(Città di Cosenza) e Francesca Pomeri(Città di Cosenza). 10 falli a favore Waterpolo Despar Messina, 10 falli + 1 rigore a favore Città di Cosenza.