Home / Sport Strillit / ALTRI SPORT / Pallanuoto femminile A1 – Grande attesa per il match tra Messina e Cosenza

Pallanuoto femminile A1 – Grande attesa per il match tra Messina e Cosenza

Archiviata la prima vittoria stagionale casalinga, ottenuta contro la Rari Nantes Bologna, la Città di Cosenza si è da subito concentrata sul turno infrasettimanale di Mercoledì 2 Dicembre (ore 15,00) ottavo di andata, che la vedrà opporsi in trasferta alla Waterpolo Despar Messina, formazione accreditata per la lotta al titolo. Partita che sarà trasmessa in diretta TV su RAI SPORT 1. Contro la seconda forza del campionato, come evidenzia la classifica della A1 femminile, la squadra allenata da Marco Capanna vorrà non soltanto fare bella figura ma tentare di fare uno “sgambetto” ad una formazione tecnicamente più forte. Alle ragazze cosentine non mancheranno certamente gli stimoli, in primis il dovere affrontare un’avversaria competitiva e poi il volere dimostrare di essere in grado di “giocarsela” nonostante tutto e vedere cosa succederà. Al di là del risultato, questo confronto servirà anche a testare fin dove potrà arrivare la Città di Cosenza, in una stagione che la sta vedendo comunque protagonista, come conferma l’attuale quinto posto in classifica, a dimostrazione del buon lavoro finora portato avanti dal tecnico e dalle atlete, che hanno saputo trovare sempre le giuste motivazioni, allenandosi con impegno e voglia di farlo per continuare nel percorso di crescita. E’ evidente che sulla carta i favori del pronostico saranno per la formazione di casa, ma in una partita nella quale la Città di Cosenza avrà solo da guadagnare e nulla da perdere, tutto potrà succedere. Il tecnico Marco Capanna per questo confronto farà le consuete “rotazioni” anche per dare giustamente spazio ad una rosa di diciotto elementi. “Proveremo a mettere in difficoltà le avversarie con le nostre armi – sottolinea Marco Capanna – con la certezza che se saremo continui nell’imposizione del ritmo, attenti, aggressivi,potremo fare bene. Saremo preparati al meglio anche mentalmente per disputare questo incontro e il giocare in una vasca scoperta chiaramente non sarà un problema”.